Cos’è Spid , la password unica per i Servizi della Pubblica Amministrazione

Scritto il alle 14:45 da Redazione Finanza.com

Sono state varate le regole per lo Spid, ovvero il PIN unico, ad opera dell’Agid, in collaborazione con il Garante della Privacy. Grazie ad esso ogni cittadino italiano potrà accedere ai servizi telematici forniti dalla Pubblica Amministrazione con una chiave univoca. Si tratta in pratica di un lasciapassare che sostituirà i diversi codici oggi in vigore, al fine di avere accesso online ai servizi pubblici e privati.

Per farlo basterà digitare il nome utente e il PIN unico, una password formata da almeno otto caratteri, in cui devono però rientrare un numero e un simbolo speciale, eliminando in partenza segni uguali consecutivi. La password in questione dovrà essere inoltre oggetto di aggiornamento ogni semestre.

Grazie al PIN unico sarà quindi possibile accedere ad una serie di servizi pubblici, come il versamento del bollo auto o della TASI, le prestazioni fornite dal Servizio Sanitario Nazionale, il pagamento della mensa scolastica o la gestione della documentazione INPS, tramite personal computer, smartphone o tablet. Mentre la Pubblica Amministrazione sarà in pratica tenuta alla fornitura online di questi servizi, i privati possono a loro volta decidere se aderire a questa possibilità.

Proprio la fine di assicurare il massimo di riservatezza, il Garante per la Privacy è stato chiamato a dare il proprio fattivo contributo all’elaborazione delle linee guida. Il lavoro messo in campo è sfociato in un sistema caratterizzato da ben tre livelli di sicurezza. Il livello base prevede soltanto il PIN unico, il secondo livello vede la presenza di una password usa e getta (one time password), mentre il terzo si fonda sull’utilizzo di un supporto magnetico, ovvero una smart card.

In particolare l’uso della smart card è stato deciso per dare il massimo di protezione a operazioni che vedono un trasferimento di fondi o la fornitura di dati sensibili molto importanti da parte dell’utente.
I servizi che ne prevedono l’utilizzo saranno contrassegnati da un logo, un lucchetto stilizzato che rappresenta un pulsante telematico in grigio e blu, recante una “i” e una “d”, ovvero le iniziali d’identità digitale.
Lo Spid unico potrà essere richiesto dai cittadini tramite un identity provider, ovvero uno dei gestori dell’identità digitale accreditati allo scopo, iscritti ad uno speciale albo, e arriverà tramite posta elettronica o raccomandata.

Per il suo ottenimento sarà necessario fornire alcuni dati:

– il nome e cognome,

– data e luogo di nascita,

–  sesso,

– estremi del documento identificativo,

– codice fiscale,

– casella di posta elettronica,

– numero di cellulare.

Alla fine di una verifica, lo Spid sarà disponibile senza dover pagare nulla, tranne che per la smart card.

Il processo di rilascio del PIN unico inizierà nel mese di dicembre 2015, con l’obiettivo di raggiungere i primi tre milioni di utenti entro la fine dell’anno.

A fare da battistrada saranno sei Regioni (Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Marche),  l’Inps, l’Inail e l’Agenzia delle Entrate. L’ultimo passo di questo processo è stato fissato in capo a due anni, termine entro il quale tutti i servizi pubblici potranno essere raggiunti anche online.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Siamo arrivati a Pasqua e il mercato continua nella sua corsa al rialzo. Ma non si tratta solo pi
Il nostro Machiavelli non ha mai avuto la fortuna di conoscere Michelangelo Merisi, in arte Cara
Il nostro Machiavelli non ha mai avuto la fortuna di conoscere Michelangelo Merisi, in arte Cara
Io me lo immagino il buon Donald che canta la canzone dei Ricchi e Poveri, indubbiamente più ri
Ftse Mib: avvia la seduta in ribasso dopo aver toccato ieri i massimi da luglio 2018. 22.000 punti
Per motivi di contenimento della spesa pubblica, i trattamenti di fine servizio e fine rapporto, com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l'indice italiano resta sulla resistenza statica collocata a 22.000 punti. Livello importa
Non ho idea di cosa si inventerà Trump per sventolare ai suoi elettori un eventuale accordo con
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u