Cos’è bail-in: come funziona, quali i rischi per banche e clienti

Scritto il alle 17:16 da Redazione Finanza.com

 

Bail-in è diventato attivo in Italia nei giorni scorsi in seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei due decreti legislativi, il 180/2015 e il 181/2015, con cui è stata recepita la direttiva Ue n° 2014/59. Vine posto così un freno all’intervento dello Stato nelle crisi delle banche italiane.

Cosa significa Bail-in

Con il termine bail-in si intende l’obbligo per le banche che si trovano in una situazione di dissesto di attingere a risorse interne per il loro risanamento piuttosto che ad aiuti esterni come quelli statali ( tecnicamente definita bail.out). Ricorrere a risorse interne significa, più nello specifico, che gli istituti di credito potranno anche effettuare prelievi forzosi dai correntisti per ‘aggiustare’ i buchi di bilancio. Questa norma nasce dalla volontà – ma anche dall’insostenibilità – dei governi europei di continuare a coprire le perdite delle banche che da gennaio in poi dovranno provvedere da sole a mettere in ordine i propri conti.

Il provvedimento, come detto, è stato preso per conformarsi alla direttiva europea numero 2014/59 che autorizza, appunto, il bail-in su azioni, obbligazioni e conti correnti con depositi superiori ai 100mila euro (al di sotto di questa cifra, infatti, i conti correnti sono protetti dal sistema di garanzia dei depositi, già in vigore).

Come funziona Bail-in 

L’introduzione della normativa pertanto, determina che non sarà più lo Stato a dover farsi carico delle perdite poichè, nell’ordine, saranno chiamati ad intervenire:

– gli azionisti;

– i detentori di obbligazioni subordinate e senior (strumenti Additional tier 1 e tier 2);

– i correntisti con liquidità superiore a 100mila euro, per la parte eccedente lo stesso.

Ad azionisti e creditori verrà chiesto un contributo pari all’8% del passivo della banca in crisi. Oltre, saranno le banche ad intervenire mediante il Fondo di risoluzione. Esclusi dal rischio bail-in sono invece i correntisti fino a 100mila euro, i possessori di covered bond, e i debiti verso dipendenti, fisco, enti previdenziali e fornitori.

Viene così recepita la direttiva europea ed entrerà in vigore in Italia a partire dall’1 gennaio 2016. 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Facendo trading da tanti anni ho imparato una cosa importantissima anche per la vita: spesso la solu
Anche se la FED inizia a dare segnali di inversione in ambito di politica monetaria, è evidente c
PREVISIONE - STO PER ESSERE SUPERATO DAGLI EVENTI MENTRE SCRIVO QUESTO POST ORE 11.18 DI
Cosa significa avere il controllo del mercato? Significa detenere importi e volumi tali da poter
Guest post: Trading Room #258. La settimana scorsa avevamo intravisto un breakout con un possibile
Secondo dei dati preliminari Istat che dovranno essere confermati nel prossimo mese di ottobre, dal
E' davvero incredibile come la storia si stia prendendo beffa di noi tutti, non si ripete mai ma
Analisi Tecnica Arriviamo al target del trading range provando a testare anche la resistenza posta
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base