Francobolli in lire: validità illimitata fino ad esaurimento scorte

Scritto il alle 12:59 da Redazione Finanza.com

 

Trovare in un cassetto qualche francobollo ancora in lire e non sapere se sono validi o meno: a questa domanda la risposta è molto semplice. Infatti tutti i valori bollati emessi a partire dal 1967 sono tuttora utilizzabili . La decisione fu presa dal Comitato per l’Euro presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze nel 2001: fu stabilita la validità temporale illimitata a partire dal 1° gennaio 2002 per tutti i francobolli, al fine di consentire lo smaltimento delle scorte.

Il loro valore si determinerà in euro in base al tasso fisso di conversione, sottolineando che a partire dalla stessa data tutti i valori bollati emessi in Italia recano esclusivamente il valore in euro.
In aiuto del cittadino, vi è il fatto che a partire dal 1° Gennaio 1999 e fino al 31 Dicembre 2001, tutti i francobolli emessi in Italia recano il doppio valore lira ed euro mentre a partire dal 1° gennaio 2002 viene riportato unicamente il valore in euro.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Con la sua relazione tecnica sugli effetti del decreto dignità sul mercato del lavoro, e la sua aud
Ormai vi sarete annoiati dei miei moniti sulla Cina. Un paese che ha un debito societario e priv
Etvoilà, all'improvviso il popolo di Icebergfinanza si rese conto di quanto importanti siano le
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Oggi il Ftse Mib si sta comportando nelle prime battute meglio degli altri indici europei dopo aver
Nei miei post ho sempre cercato di “stimolare” la mente dei risparmiatori e anche dei consul
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
I giornali vivono di mode. Tendono a pubblicare e dare maggior visibilità alle notizie “che t
Ftse Mib: l'indice tricolore tenta nuovamente il break dei 22.000 punti, anche se la conferma l'avre