Cerca nel Blog

Come chiedere il passo carraio: domanda, tempi, costi

Scritto il alle 13:24 da Redazione Finanza.com

Il passo carraio è una costruzione, formata da un’opera visibile, che permette l’autorizzazione ad occupare un’area di pubblico passaggio per scopi privati.

Il passo carraio o carrabile è soggetto a concessione comunale ai sensi del D.L. del 30.04.1992 n. 285 del Nuovo codice della Strada oltre al D.L. n 507 del 15.11.1993 per quanto riguarda la tassa di occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Per ottenere un passo carraio è indispensabile avere la proprietà del fabbricato oppure essere amministratore di un condominio. Senza tale permesso non può essere realizzato nè un nuovo accesso nè diramazioni dalla strada verso fabbricati o fondi confinanti e tanto meno immissioni di strade pubbliche o private.

L’apertura per ottenere un passo carraio dovrà corrispondere allo spazio di accesso alla proprietà ed, più precisamente, per gli immobili privati, essere compreso tra i 2,50 ed i 4,00 metri. Tuttavia, le misure del varco di accesso potranno essere aumentate e quindi autorizzate, ma solo nel caso in cui la strada risulti stretta tanto da rende difficili le manovre di circolazione.

Il permesso per un passo carraio è soggetto ad alcuni vincoli relativi sia l’area di sosta che a quella di accesso. Infatti, lo spazio del varco dovrà essere pavimentato ed essere a non meno di 12 metri da un incrocio e da una curva.

La domanda per ottenere un passo carraio, su una strada comunale, deve essere presentata, all’Ufficio Accettazione del Servizio Edilizia del Comune dove è ubicato l’immobile e per il quale si ha la necessità di averne l’accesso. La richiesta per un passo carraio su strade non comunale deve essere inoltrata, se fuori dal centro abitato, all’ufficio di competenza dell’Anas o della Provincia a seconda che si tratti i strada provinciale o statale. Se invece la richiesta riguarda strade non comunali ma collocate in centro abitato, il rilascio del passo carraio sarà a carico dell’ufficio di Edilizia del Comune di competenza previa la presentazione di nulla osta del proprietario della strada.

La richiesta di autorizzazione al passo carraio, da depositare presso l’ufficio di Protocollo del Comune di competenza, dovrà contenere i dati anagrafici del richiedente, la via ed il numero civico coincidente all’apertura del passo carraio ed i relativi dati catastali comprovanti la proprietà. Dovranno essere allegati inoltre:

*tre copie della planimetria catastale;

*documentazione fotografia della zona di intervento;

*copia del nulla osta del proprietario se si tratta di strada provinciale o statale in centro abitato e marca da bollo del valore vigente al momento del deposito della richiesta.

Inoltre, dovrà risultare anche l’attestato di pagamento relativo ai diritti di istruttoria della pratica e, per alcuni comuni anche quella per le spese del cartello di passo carraio e quella a titolo cauzionale, rimborsabile in seguito alla corretta esecuzione dei lavori sull’area, per manomissione del territorio pubblico. Se la richiesta viene effettuata dall’amministratore di un condominio, si dovrà allegare anche copia di consenso firmato da tutti i condomini.

La domanda protocollata, timbrata e datata, insieme ai documenti allegati dovranno essere conservati per ogni eventuale controversia o per chiarimenti.

I tempi necessari al rilascio variano dai 15 ai 30 giorni circa a partire dalla data di presentazione della domanda, eccetto nel caso occorra anche il rilascio dell’autorizzazione edilizia. A concessione ottenuta, la cui durata sarà di 29 anni, si riceverà un segnale indicatore riportante la scritta di passo carrabile, il simbolo di divieto di sosta, il numero di autorizzazione e lo stemma del Comune concedente. Il cartello dovrà essere collocato nella zona tra lo spazio pubblico e la proprietà privata ed essere ben visibile da ogni angolazione.

Il passo carraio è soggetto al pagamento annuale di un canone di occupazione del suolo pubblico, secondo il regolamento del comune in cui è situato.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)
Tags: ,   |
1 commento Commenta
arci
Scritto il 4 novembre 2015 at 22:55

Nel mio Comune per il passo carraio non è richiesto alcun pagamento annuale, ma soltanto per i diritti di pratica e per l’ottenimento del cartello, una tantum.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Articoli dal Network di Finanza.com
Euroscetticismo addio. Ben il 76% degli italiani, secondo una ricerca condotta da Doxa, è a favore
Credo di avere già annoiato i lettori coi soliti discorsi, però è altrettanto vero che contin
Con le banche centrali nuovamente nell'occhio del ciclone, i mercati obbligazionari tornano ad e
Fine settimana scorsa ho portato Flat, in via cautelativa, il Trading System Double-Way Italia contr
FTSE Mib torna tonico sopra i 20mila punti dopo la breve correzione che ha finalizzato il pullback d
Di Mario Monti è inutile che vi parli, noi preferiamo ricordarvelo così, con le sue migliori p
E’ partita la correzione? Meglio proteggersi o peggio ancora vendere tutto? Beh, sicuramente u
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [in a
Cosa sono i PIR, come funzionano e quali sono i rischi? E soprattutto, quali sono gli effetti dei