Chi è Alfio Marchini, possibile candidato sindaco di Roma

Scritto il alle 05:03 da Redazione Finanza.com

Si parla molto negli ultimi giorni di Alfio Marchini, possibile candidato alle prossime elezioni che dovranno indicare il nuovo sindaco di Roma dopo l’addio di Ignazio Marino e che ha portato al commissariamento della Capitale.
Alfio Marchini è nato a Roma il primo giorno di aprile del 1965, ultimo rampollo di una famiglia da sempre vicina al Partito Comunista. Imprenditore di lungo corso, ha iniziato a lavorare subito dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria, con ottimi risultati.

Formatosi già in precedenza sotto la guida del nonno Alfio e del prozio Alvaro, noto negli anni ’70 anche in qualità di Presidente della squadra di calcio della Roma, proprio a seguito della scomparsa del primo nel 1989 ha assunto il timone delle aziende di famiglia.
Da quel momento è riuscito a segnalarsi per le doti manageriali, del resto testimoniate dal fatto di aver ricoperto o ricoprire tuttora cariche dirigenziali all’interno di aziende come Lujan, Fimar, Astrim, Keryx, Stm, Cementir e altre. Negli anni Novanta, è stato anche azionista della società editrice dell’Unità, salvando lo storico quotidiano del Partito Comunista prima e della sinistra poi, dalla chiusura.
Dal 1995 al 1998 è stato Amministratore Delegato di Roma Duemila, una società per azioni sorta all’interno del Gruppo Ferrovie dello Stato, con la precisa funzione di svolgere il lavoro di coordinamento degli interventi tesi a riqualificare non solo la città, ma anche le infrastrutturale in vista del Giubileo del 2000. In questo ambito è stato tra i più convinti assertori della cura del ferro, ideata in modo da facilitare gli spostamenti dentro Roma tramite la rete ferroviaria.

E’ quindi entrato nel Consiglio di Amministrazione di Banca di Roma, poi Capitalia, per poi far parte del CdA di Unicredit, con la trasformazione dell’istituto bancario.
E’ presidente del Board Italiano dello Shimon Peres Center For Peace, organizzazione che ha tra i suoi scopi l’agevolazione del processo di pace nell’area mediorientale, per la quale ha ricoperto un ruolo di primo piano in alcune delicate missioni.
A livello nazionale la sua notorietà è lievitata a partire dal 1994, quando fu indicato da Irene Pivetti in qualità di consigliere di amministrazione per la Rai. Un incarico lasciato l’anno successivo, per le frizioni sorte con la maggioranza di centrodestra.
Nel corso degli ultimi anni, il suo rapporto con la politica, molto problematico, lo ha spinto ad un impegno diretto e sempre più accentuato. Nel 2013 ha deciso di varare una lista civica che portava il suo nome, presentandosi alle elezioni comunali di Roma, vinte poi da Ignazio Marino, ottenendo poco meno del 10%.

Ora sembra pronto a giocare una partita tutta personale, con l’evidente intento di puntare alla carica di sindaco della capitale. Una partita in cui potrebbero pesare i suoi rapporti con buona parte del mondo politico che conta. Pur provenendo da una famiglia storicamente legata all’area ex comunista, Alfio Marchini ha sempre avuto buoni rapporti anche con il centrodestra.

A parlarne è stato anche il Tempo, quotidiano romano che sembra avallare l’ipotesi di un blocco teso a contrastare lo sfondamento di M5S in settori sempre più ampi dell’elettorato capitolino.
Un appoggio trasversale, quello proveniente dai due schieramenti, che però Alfio Marchini preferirebbe non avere, stando almeno alle ultime dichiarazioni in cui ha cercato di rafforzare il suo profilo civico, di persona lontana dai partiti e pronta a mettere le sue competenze al servizio di una città ormai in aperta crisi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Finora si è sempre speculato su quello che potrebbe accadere. Ma adesso le cose cambiano. Si pa
Tornando ai principi fondamentali, che possono schiarire le idee in momenti di difficile di interpre
Recentemente vi abbiamo proposto la bolla del secolo, si quella sulle obbligazioni sovrane, la c
Partenza positiva per le piazze finanziarie europee stamattina. Dopo la brusca flessione di ieri, gl
Loro fanno finta di nulla, nessuno problema, continuano ad introdurre gas soporifero in Europa,
Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017, n. 150
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Articolo in collaborazione con eToro Dall'introduzione del Bitcoin a oggi, l’industria blockcha
Su fatto che ci sia stata una correlazione diretta molto forte tra il trend delle borse ed i bil
https://youtu.be/fC_0hLUlQk4 Piazza Affari mostra segnali di cedimento anche stamane. Sempre più