Assegno congedo matrimoniale: cos’è, come chiederlo, quando spetta

Scritto il alle 09:28 da Redazione Finanza.com

Agevolazione che può essere chiesta dai neo sposi è l’assegno di congedo matrimoniale. Ma che cos’è, chi ne ha diritto e come puó essere richiesto? Ecco una piccola guida sull’argomento.

CHE COS’È L’ASSEGNO DI CONGEDO MATRIMONIALE

Per assegno di congedo matrimoniale si intende un periodo di otto giorni di congedo straordinario retribuito che i neo sposi possono richiedere in occasione delle proprie nozze. Questo permesso, una volta concesso, può essere utilizzato entro i 30 giorni successivi alla data del matrimonio.

Questa possibilità, però, non è concessa a tutti ma solo a persone che presentano determinate caratteristiche.

Per quanto riguarda l’importo, questo dipende dalla tipologia di lavoratore. Gli apprendisti, ad esempio, così come gli operai hanno diritto a sette giorni mentre i lavoratori marittimi a otto. In ogni caso, non è mai consentito superare gli otto giorni lavorativi.

CHI PUÓ CHIEDERE L’ASSEGNO DI CONGEDO MATRIMONIALE

Possono richiedere l’assegno di congedo matrimoniale Inps tutti i lavoratori assunti con regolare contratto da almeno sette giorni e che abbiano contratto matrimonio nei trenta giorni precedenti.

Non tutti i dipendenti possono farne richiesta peró. In particolare, possono richiederlo gli apprendisti, gli operai o i lavoratori marittimi di basso livello che prestano la loro opera in aziende di produzione, artigianali o cooperative.

Anche i lavoratori attualmente disoccupati possono fare richiesta ma nei 90 giorni precedenti la data del matrimonio devono aver lavorato per almeno 15 giorni in aziende che rientrano nelle categorie sopra menzionate. Hanno diritto all’assegno, infine, anche quei lavoratori che hanno un regolare contratto ma che si trovano per vari motivi in un periodo di sospensione dal lavoro.

COME RICHIEDERE L’ASSEGNO DI CONGEDO MATRIMONIALE

L’assegno di congedo matrimoniale Inps può essere richiesto attraverso i consueti canali dell’istituto previdenziale.

In particolare, coloro che sono in possesso di un contratto di lavoro devono presentare domanda al proprio datore entro 60 giorni dalla data delle nozze. Alla domanda va allegato anche il certificato di matrimonio oppure, in alternativa, lo stato di famiglia.

Per tutti i lavoratori che, invece, si trovano in uno stato di disoccupazione, la domanda per avere l’assegno di congedo matrimoniale Inps 2015 può essere presentata attraverso i canali del sito dell’Istituto (www.inps.it), un Caf o un patronato abilitato all’invio o, infine, contattando il call center dell’Inps stesso.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
FTSEMIB scende a picco con le banche italiane in crisi, spread BTP Bund che buca area 200 punti. F
Continua il successo delle Obbligazioni Collezione di Banca IMI. L’investment bank del Gruppo In
Abbiamo più volte scritto che la prossima crisi, la scintilla della prossima crisi arriverà da
Apertura debole per Piazza Affari con il Ftse Mib che si muove sotto 22.800. Dal punto di vista tecn
Chi ci segue da tempo sa che le dinamiche del mercato immobiliare in genere, sono lente ad evide
Nei suoi rapporto sulle pensioni, l’ Ocse, nella parte relativa ai fondi pensione (private pension
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Un rapido flash che merita un po’ di attenzione proprio in questo momento di “potenziale cam
Ftse Mib: l'indice italiano dà primi segnali di assestamento dopo la forte correzione dei giorni sc