Riscaldamento: quando si può accendere in casa e uffici

Scritto il alle 14:20 da Redazione Finanza.com

Con la fine dell’estate e l’arrivo delle prime perturbazioni, il calo delle temperature ha portato all’immediata e spontanea domanda su quando si potrà accendere il riscaldamento nelle nostre case. Per conoscere le date e gli orari di accensione dell’impianto di riscaldamento, è necessario innanzitutto conoscere in quale zona si trova la nostra casa, perché date ed orari variano proprio in base alla zona climatica di appartenenza.

Tutti i comuni compresi nel territorio nazionale fanno riferimento ad una zona climatica, sei in totale, contrassegnate dalle lettere dalla A alla F. Le ore di riscaldamento sono in misura crescente da un minimo di 6 per la zona A fino a nessun limite per la zona F, salendo di 2 ore in 2 ore per le zone dalla B alla E, che così può tenere acceso gli impianti di riscaldamento per 14 ore giornaliere. Inoltre la zona A ha la possibilità di accendere gli impianti a partire dal 1° dicembre di ogni anno solare fino al 15 marzo dell’anno successivo. Passando alla zona B, si inizia nella stessa data, ma si termina il 31 marzo; nella zona C si anticipa l’accensione al 15 novembre ma resta la stessa chiusura al 31 marzo. Un mese in più è concesso alla zona D, con inizio al 1 novembre e fine al 13 aprile, mentre per la zona E si parte il 15 ottobre e si finisce il 15 aprile, per un totale di 6 mesi. Per la zona F, anche in questo caso non ci sono limitazioni sulle date. Fanno parte di questa zona climatica le province di Cuneo, Trento e Belluno.

Queste tabelle non sono obbligatorie e quindi ciascun gestore di impianti di riscaldamento può adottare le date ed orari di accensione che preferisce, fermo restando l’obbligo di non superare i limiti concessi dalla legge, la numero 10, emessa il 9 gennaio del 1991. Per queste normative si fa riferimento anche al Dpr 412 emesso il 26 agosto 1993 ed alle modifiche successive apportate. Oltre alle limitazioni previste dalla legge, l’accensione della caldaia non può essere eseguita prima delle 5 del mattino, ed il suo spegnimento non può superare le 23 della notte. Naturalmente le ore di accensione possono essere suddivise in due periodi od in numero maggiore, a seconda delle esigenze.

Andando a vedere le principali città italiane, la capitale Roma è inserita nella zona D, mentre Milano è nella zona E, insieme a Torino e Venezia. Scendendo a sud, Napoli rientra nella zona C, mentre quasi tutta la Sicilia, con Palermo, risulta nella zona B.

In occasioni particolari, quando si verifichino delle situazioni eccezionali e comprovate, è data possibilità ai Sindaci dei comuni interessati di ampliare sia il periodo di durata dell’accensione, che le ore giornaliere totali della stessa. In questi casi la possibilità di superare i limiti di legge è concessa sia agli impianti condominiali che agli impianti di case private.

Le normative prevedono anche i valori massimi di temperatura a cui possono essere “condotti” i vari impianti, che il Dpr 74/13 ha fissato a 18°C per gli edifici industriali ed artigianali, e 20°C per tutti gli altri edifici. In entrambi i casi viene considerata una tolleranza pari a 2°C. A questo fanno eccezione i casi che sono previsti nella legge, che prevede anche delle multe per chi non rispetta questi obblighi, sia esso il proprietario dell’abitazione od il responsabile del condominio. Nelle eccezioni rientrano tra l’altro gli ospedali, le scuole materne, le piscine, e le strutture di ricovero per anziani.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Facendo trading da tanti anni ho imparato una cosa importantissima anche per la vita: spesso la solu
Anche se la FED inizia a dare segnali di inversione in ambito di politica monetaria, è evidente c
PREVISIONE - STO PER ESSERE SUPERATO DAGLI EVENTI MENTRE SCRIVO QUESTO POST ORE 11.18 DI
Cosa significa avere il controllo del mercato? Significa detenere importi e volumi tali da poter
Guest post: Trading Room #258. La settimana scorsa avevamo intravisto un breakout con un possibile
Secondo dei dati preliminari Istat che dovranno essere confermati nel prossimo mese di ottobre, dal
E' davvero incredibile come la storia si stia prendendo beffa di noi tutti, non si ripete mai ma
Analisi Tecnica Arriviamo al target del trading range provando a testare anche la resistenza posta
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base