Chi sono gli Head Hunters, cacciatore di teste nel mondo del lavoro

Scritto il alle 06:22 da Redazione Finanza.com

Il mondo del lavoro è in costante evoluzione e anche i modi di cercare e selezionare personale debbono tenerne conto. Nel corso degli ultimi anni, anche nel nostro Paese, è andata sempre più affermandosi una modalità di ricerca svolta da veri e propri professionisti, dotati di un ampio ventaglio di competenze, i cosiddetti Head Hunters.

Con questo termine, in italiano traducibile con “cacciatori di teste”, sono indicati tutti coloro che si dedicano all’attività di executive search. Una attività che viene portata avanti soprattutto al fine di reperire risorse umane da impiegare nelle attività dirigenziali delle aziende che necessitano di figure di questo tipo.
Gli Head Hunters possono essere reperiti all’interno della stessa azienda che cerca nuovo personale, oppure affidando il mandato a società esterne in modo da risparmiare il tempo che sarebbe necessario all’identificazione dei profili giusti e le relative risorse finanziarie.

A sostenere il costo delle operazioni di ricerca non è infatti il candidato, ma la stessa azienda, la quale versa un corrispettivo per il prezioso servizio ricevuto.
Una volta ricevuto il mandato, il consulente si mette alla ricerca del profilo più adeguato, che può essere reperito in vari modi. Tra quelli che stanno assumendo maggiore importanza c’è anche la ricerca sui social networks, in particolare Linkedin, che ha peraltro modificato profondamente anche il lavoro degli Head Hunters. Se una volta erano loro a dover cercare con un lavoro spesso faticoso i professionisti, oggi prende sempre più piede la pratica di proporsi direttamente da parte di coloro che intendono cambiare posto di lavoro, per trovarne uno reputato più adeguato alla propria competenza. Una rivoluzione facilitata proprio dall’uso sempre più intensivo di Internet e dalla facilità di contatto che è una delle peculiarità della rete.

In tal senso è consigliabile utilizzare due mezzi considerati estremamente efficaci dagli addetti ai lavori, ovvero l’E-mail Hunter e l’E-mail Executive. Servizi dai costi contenuti ed estremamente rapidi, i quali consentono di far pervenire curriculum e lettera di presentazione a coloro che cercano determinate figure professionali senza eccessivo sforzo.
Naturalmente chi si propone agli Head Hunters deve essere in possesso di un profilo ben definito e avere una storia lavorativa di tutto rispetto, proprio in considerazione del fatto che il lavoro di ricerca è orientato verso posizioni dirigenziali o comunque che richiedono una certa specializzazione.

Chi è alle prime armi non deve comunque rinunciare in partenza ad uno strumento di questo genere e alle sue potenzialità. Molte aziende, infatti, sono spesso alla ricerca di giovani alle prime armi, senza grandissime esperienze lavorative, a patto che siano in grado di dimostrare la propria attitudine. Del resto una delle competenze più rilevanti dei professionisti del settore è proprio l’intuito, il riuscire a capire se la persona che si propone sia più o meno adatta ad una determinata posizione lavorativa.
Il vantaggio di rivolgersi ad un Head Hunter può peraltro esplicitarsi in un secondo momento, in quanto una volta inviato il proprio curriculum, si può essere certi che esso non sarà subito cestinato, bensì messo da parte per poter essere usato in un altro processo di ricerca.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
La situazione ovviamente non è più cosi serena. Ed è chiaro a tutti che il clima "goldilocks"
Ci eravamo lasciati nel precedente articolo con l'indice Biotech in forte ripresa e proprio quando s
Oggi vi vorrei parlare di alcuni aspetti pratici di bitcoin e di come se ne gestisce la custodia
Avvio titubante per il Ftse Mib che si muove attorno a 19.130 punti mostrando un lieve segno rosso,
Nel fine settimana, il ritorno in grande stile della troika, che suggerisce di non toccare la ri
Gli ETF (Exchange Traded Funds) continuano a piacere agli investitori. Lo dimostrano gli ultimi
Guest post: Trading Room #295. Ora siamo "nel burrone" e quindi che possiamo aspettarci? Buona vis
Come indebolire con un colpo solo pensioni obbligatorie e complementari senza aumentare il lavoro N
Analisi Tecnica Da quanto era forte la pressione ribassista l'area critica di supporto 20230-20260