Donazione organi: dichiarazione consenso su carta d’identità

Scritto il alle 16:10 da Redazione Finanza.com

Il Garante della Privacy ha dato il consenso alla possibilità di manifestare la propria volontà in merito alla donazione degli organi o di tessuti in caso di morte sulla carta d’identità.

Come dare il consenso alla donazione organi

La procedura, introdotta con provvedimento del garante della privacy n°4070710, è molto semplice e non manca di tutelare la libertà di scelta del donatore, per il quale sarà possibile in ogni momento revocare la precedente volontà. Al momento della richiesta o del rinnovo della carta d’identità qualunque cittadino potrà chiedere all’ufficiale addetto del proprio Comune di residenza di inserire anche le disposizioni circa la volontà di donare gli organi. Per fare ciò è necessario compilare un modulo fornito dall’Ufficiale dell’Anagrafe e prestare il consenso informato. Tale dichiarazione deve essere redatta in duplice copia: una rimarrà agli atti presso l’ufficio e l’altra verrà consegnata al cittadino, senza nessun obbligo di portarla con il documento personale.

Le linee guida elaborate dall’Autorità Privacy fanno in modo che vi sia piena tutela della riservatezza del donatore in tutte le fasi del processo, in quanto le informazioni rilasciate sono delicate e relative alla sfera personale.
La richiesta a questo punto viene trasmessa al SIT, Sistema Informativo Trapianti. Una volta inserito il richiedente nel sistema, la banca dati potrà essere consultata dai centri trapianti dislocati nel territorio italiano in tempo reale. Resta comunque la possibilità di esternare la propria volontà di donare gli organi anche in altro modo, ad esempio attraverso l’AIDO, Associazione Italiana Donatori Organi.

Come modificare la propria volontà

Ogni cittadino è libero di manifestare o meno la volontà di diventare donatore di organi sulla carta d’identità; è possibile anche in ogni momento modificare la propria opinione e chiedere di essere cancellato dal sistema informativo trapianti. Per fare ciò è necessario rivolgersi alla propria ASL di riferimento oppure nel momento del rinnovo del documento d’identità, al Comune  ricompilando l’apposito modulo per la successiva trasmissione del dato al SIT.
Le linee guida precisano che ogni cittadino deve essere informato circa la possibilità di modificare lo status di donatore in qualunque momento.
A tutela del diritto di privacy, l’Autorità prevede che debbano essere usate misure di trasmissione della volontà il più possibile sicure e raccogliendo il minor numero di informazioni possibile.

Affinché sia possibile accedere a questo servizio il Comune di residenza che deve rilasciare o rinnovare la carta deve essere interconnesso con il SIT, a cui ad oggi hanno già aderito numerosi Comuni italiani.
Non tutti i cittadini possono manifestare la volontà di donare gli organi; tale facoltà è preclusa ai cittadini minorenni mentre non ci sono limiti massimi d’età.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
1 commento Commenta
perplessa
Scritto il 9 luglio 2015 at 19:24

questa non l’ho capita. prima c’era la possibilità di esprimere il dissenso, ho un cartellino che conservo nel portafoglio da anni, quando mi recai alla usl per esprimere il mio dissenso. dopo essere quasi stata insultata da un medico di famiglia, che ovviamente cambiai. adesso devo andare alla asl un’altra volta?non sono favorevole all’espianto dei miei organi

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Articoli dal Network di Finanza.com
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
La “mano invisibile” di Smith negli ultimi anni è stata molto meno invisibile di quanto si
Quello che sta succedendo nel nostro paese è ormai chiaro a coloro che hanno voglia di vedere: si c
E basta! Sempre a parlar male del Bel Paese! Non è giusto, anche se in poche cose, ci sono dell
Il mercato italiano è partito in quarta nel giorno della riunione Fed. L'indice FTSE Mib ha aggiorn