Cosa è Podemos: le origini del nuovo partito spagnolo

Scritto il alle 10:19 da Redazione Finanza.com

Una delle principali forze politiche salite alla ribalta negli ultimi mesi in Europa è Podemos, che nel giro di poco più di un anno ha conquistato grande consenso in Spagna, fino a ottenere ottimi risultati nelle ultime elezioni amministrative dello scorso 24 maggio.

Podemos (che in italiano si può tradurre con “possiamo”) è nato nel gennaio del 2014 a partire dal movimento degli Indignados, che nel 2011 aveva protestato contro le politiche di austerity del governo spagnolo. Proprio per trasformare la protesta in qualcosa di più concreto, accademici e intellettuali spagnoli hanno pensato di creare un partito con il quale concorrere alle elezioni europee del 2014. E nel nuovo organismo sono confluite anche piccole forze di estrema sinistra come Izquerda Anticapitalista, schiacciate dal duopolio costituito da Partito Popolare (PPE) e Partito Socialista Operaio (PSOE) che in Spagna va avanti ormai da decenni. A fare da portavoce e uomo simbolo, viene scelto Pablo Iglesias Turrion, professore di scienze politiche presso l’università di Madrid, che nel maggio 2014 diviene il primo parlamentare europeo nella storia di Podemos.

Il programma di Podemos è essenzialmente di sinistra, con una forte spinta ambientalista. Il suo manifesto è innanzitutto incentrato sulla rimozione della vecchia classe politica spagnola, da sostituire con un gruppo di persone volenterose e preparate, che possano rilanciare l’economia spagnola per allontanarla dalla recessione e avvicinarla a una maggiore equità.
Il partito lotta in particolare per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini spagnoli, in un periodo fortemente caratterizzato dalla crisi. A tal proposito, Podemos si batte contro l’austerity neoliberista e lotta per l’introduzione di un reddito minimo garantito di cittadinanza e la limitazione dell’influenza sull’economia da parte di società bancarie o creditizie e organizzazioni internazionali. A proposito di banche, la novità più interessante che giunge dal manifesto economico del partito è quella della partecipazione pubblica nella gestione del sistema bancario.

Nell’ambito del mondo del lavoro, Podemos punta sulla riduzione delle ore lavorative settimanali a 35 e al pensionamento non oltre i 65 anni, oltre che sulla disincentivazione del lavoro straordinario e dei part-time.
Per quanto riguarda l’ambiente, infine, Podemos mira all’incentivazione della diffusione delle energie rinnovabili (solare ed eolico in primis) e della produzione locale di cibo, che rilancerebbe anche l’economia di piccole e medie imprese.

Grazie a questi punti, Podemos ha ottenuto subito un buon risultato alle elezioni europee, raggiungendo uno storico 8% dei voti e arrivando a sedere all’interno del Parlamento Europeo, come detto con il leader Iglesias, al fianco della Sinistra Unitaria Europea capeggiata da Alexis Tsipras e composta anche dai greci di Syriza, dai tedeschi di Linke e dagli italiani di Altra Europa.
Il 24 maggio 2015, nelle elezioni amministrative spagnole, Podemos ha poi registrato un ulteriore passo in avanti. I candidati sostenuti hanno infatti ottenuto grandi consensi, a partire da Barcellona, dove è stata eletta a sindaco Ada Colau. A Madrid, invece, la candidata di Podemos Manuela Carmela è riuscita a far perdere la maggioranza dei seggi al Partito Popolare.

Il prossimo obiettivo del partito sono ora le elezioni politiche che si terranno nel dicembre 2015, con l’intento realistico di vincere: con Iglesias nel ruolo di candidato premier, i sondaggi parlano oggi di un Podemos al 27%, davanti a PPE e PSOE.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Il FMI scopre l’acqua calda. Nel World Economic Outlook il Fondo Monetario Internazionale ha c
Probabilmente molti di Voi non ci hanno fatto caso ma in settimana tra le righe in anteprima vi
Avvio in marginale ribasso per il Ftse Mib che comunque resta in quota sopra 23.700 in una situazion
Tra gli alti ed i bassi teoricamente imprevedibili, qualcosa di molto metodico, invece, è visib
La Covip da anni denuncia una voragine informativa specie per quanto riguarda la cultura previdenzia
Ieri è uscito il libricino della Federal Reserve e all'improvviso sono tornati in augue i teori
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Incentivi alla quotazione per le Piccole e Medie imprese ancora in primo piano. Ieri nel corso della
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue la sua corsa verso i 24.000 punti e rimane orientato positivame