Chi è Diego Della Valle, patron di Tod’s

Scritto il alle 17:11 da Redazione Finanza.com

Diego Della Valle è uno degli imprenditori italiani più famosi nel mondo, creatore di tre marchi come “Tod’s”, “Hogan” e “Fay”, che rappresentano il lusso italiano all’estero.

Il pool di aziende che oggi fanno parte del mondo dei Della Valle, trae origine da una piccola attività artigianale, la calzoleria che fu impiantata dal nonno, Filippo, agli inizi del secolo scorso a Casette d’Ete, una piccola località nelle vicinanze di Fermo, della quale i Della Valle sono originari.

Diego della Valle, nato il 30 dicembre 1953 a Sant’Elpidio al Mare, nella provincia marchigiana di Fermo, dopo le scuole superiori frequenta l’università a Bologna conseguendo la laurea in legge.
I suoi primi impegni nell’attività lavorativa si svolgono negli Stati Uniti, ma dopo alcuni anni, Diego Della Valle fa ritorno in Italia ed entra a far parte dell’azienda di famiglia, che il padre aveva nel frattempo avviato. La sua prima attività è quella della gestione, in aiuto al padre, e subito mostra le sue capacità mettendo in piedi un nuovo piano di “marketing”, nel quale spicca il lancio di nuovi marchi nel settore del lusso che contribuiscono a rendere sempre più famoso il nome della famiglia.

Il successo ottenuto porta come logica conseguenza l’ingresso delle sua azienda in Borsa, ed anche in questo caso Diego Della Valle si dimostra attento a sfruttare tutte le occasioni favorevoli che si aprono sul cammino. Gli interessi di Diego della Valle sono molteplici e spaziano dal campo sportivo, dove salva la Fiorentina, in seguito al fallimento avvenuto sotto la gestione Vittorio Cecchi Gori, rilanciandola nel calcio che conta, dapprima con il ritorno in serie A e poi riportandola a disputare le coppe europee, al mondo bancario, ed a quello della stampa, visto che possiede una quota azionaria pari al 2% in RCS, grazie alla quel siede nel consiglio del quotidiano milanese il “Corriere della Sera”.

Nel mondo del lusso, la presenza di Diego Della Valle si estende al ruolo di consigliere nella “Louis Vuitton Moet Hennessy” uno dei maggiori poli del “lusso” francesi. Il suo business più importante resta comunque quello nel mondo della moda, nel quale si mette in evidenza per la sua innovazione. Grazie alle sue attività, nel 1996 riceve la nomina di “Cavaliere del lavoro”.

Per quanto riguarda le partecipazioni azionarie, oltre a quelle delle sue aziende, fino al 2006 ha detenuto delle azioni della BNL, essendone anche consigliere, ed in seguito di aziende come Bialetti e Piaggio.
Dalla sua collaborazione con l’ex presidente della Ferrari,Luca Cordero di Montezemolo, è nato il fondo Charme, che detiene le azioni dei due imprenditori di aziende quali Poltrona Frau, Ballantyne e Cassina. Diego Della Valle si è distinto anche nel campo degli impegni sociali, sponsorizzando attraverso la su Tod’s il restauro del Colosseo, a Roma, con un contratto firmato nel corso del 2010, un contratto che comporta un contributo pari a 25 milioni di euro.

Diego Della Valle, insieme al fratello, nel 2011 sono stati inseriti nella lista dei più ricchi al mondo, pubblicata da Forbes. La stessa rivista americana, nel marzo di due anni dopo, stima la loro ricchezza pari a 1,5 miliardi di dollari.
Per quanto riguarda la sua vita privata, è stato sposato per tre volte e l’attuale moglie si chiama Barbara Pistilli. In totale Diego della Valle ha due figli, uno del primo matrimonio, di nome Emanuele, ed uno del terzo, di nome Filippo.

Recentemente Diego Della Valle ha annunciato che entro il mese di settembre verrà ufficialmente presentato “Noi italiani”, non un partito politico, ma un movimento che si occupa di stimolare la proposizione di progetti legati alla solidarietà.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Tags: ,   |
1 commento Commenta
ancolos
Scritto il 4 luglio 2015 at 17:48

Imprenditore italiano famoso nel mondo, rappresenta il lusso italiano all’estero… e ha al polso mezzo chilo di perline e cianfrusaglie come la più pacchiana delle mignotte? Mah…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -2 (from 2 votes)

Articoli dal Network di Finanza.com
Come tutti i miei lettori avranno notato non sto più pubblicando report sull’Euro Dolla
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Vontobel lancia il primo Tracker Certificate costruito su un indice esclusivamente dedicato all
Exane Derivatives  porta sul mercato italiano una nuova gamma di tre certificati Crescendo Maxicedo
Ftse Mib: l'indice tricolore italiano ieri ha dato un primo segnale positivo ma è ancora presto per
Ieri scherzando ma non troppo ho scritto, vuoi vedere che dopo l'invito di Trump all'Italia e la
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Malgrado una situazione italiana sempre abbastanza complessa il grafico SP500 ci illustra una bors
Partenza di settimana molto positiva per il Ftse Mib che si riaffaccia sopra quota 21.800 punti. Nel
Flat tax, immigrazione, scuola, più tanti altri provvedimenti sul tavolo per il nuovo Governo. Ma