Farmaci online: dal 1° Luglio via alla vendita in Internet con bollino europeo di sicurezza

Scritto il alle 12:19 da Redazione Finanza.com

Dal primo luglio, grazie al recepimento della direttiva europea 2011/62/UE sui medicinali per uso umano, anche in Italia sarà possibile acquistare online farmaci da banco con l’assicurazione che si tratti di prodotti sicuri e certificati. A garanzia di sicurezza per i consumatori infatti le farmacie dovranno esibire sul proprio sito un bollino di qualità, cioè il logo del ministero della Salute, per identificarle come legali e accreditate per la vendita di farmaci online senza prescrizione. L’e-commerce legale e garantito dei farmaci online aiuterà a debellare il fenomeno pericoloso dei siti illeciti, che, in 7 casi su 10, secondo un recente report, vendono farmaci risultati contraffatti e potenzialmente pericolosi.

A causa dell’anonimato e della portata globale, Internet è il luogo ideale per la distribuzione illegale di medicinali finiti e principi attivi. Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) oltre la metà dei farmaci acquistati da siti illegali sono falsi.

Ironia della sorte, ogni Euro speso in pubblicità per sviluppare i marchi legittimi aiuta anche i contraffattori, che sfruttano il potere di questi brand per vendere farmaci contraffatti. Comprensibilmente confusi, i consumatori acquistano dai contraffattori in numero crescente, deviando miliardi di ricavi dai titolari di marchi originali e aumentando le minacce a danno dei consumatori e le responsabilità delle compagnie farmaceutiche.

Per riprendere il controllo della complessa supply chain dei farmaci, recuperare i ricavi perduti e combattere questa grave e potenzialmente mortale minaccia alla salute, le case farmaceutiche devono intervenire in modo proattivo contro i falsi e le farmacie online non autorizzate.

Una delle soluzioni più efficaci per i brand farmaceutici legittimi per proteggere i propri guadagni e abbassare i rischi di responsabilità è quello di adottare una strategia di protezione del marchio e una strategia di gestione dei domini.

In MarkMonitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, oltre all’adozione del logo ufficiale sulla propria pagina, consigliamo di progettare un sito web curato, facendo attenzione specialmente alle sezioni Faq e Informativa sulla Privacy, che i consumatori valutano per sapere se un sito è attendibile. Un’altra tutela per le farmacie online è rappresentata inoltre dal nuovo gTLD .pharmacy che è stato lanciato lo scorso anno dalla NABP (National Association of Boards ofPharmacy®) negli Stati Uniti, che sta attraversando il suo periodo di registrazione così che tutte le farmacie e le organizzazioni correlate in tutto il mondo che soddisfano i severi standard del programma, abbiano diritto di registrare un nome a dominio .pharmacy.

L’acquisizione dell’estensione .pharmacy viene data in precedenza a industrie farmaceutiche, farmacisti, associazioni dei consumatori, scuole mediche farmaceutiche, università e distributori di farmaci all’ingrosso. Il nome di dominio .pharmacy nasce con l’intenzione di far trovare farmacie online sicure, legali ed etiche non solo ai clienti americani ma anche ai clienti di tutto il mondo. Oggi la stragrande maggioranza dei siti web che vendono farmaci da prescrizione online operano illegalmente, molti di loro offrono medicinali non approvati, scadenti e contraffatti. La NABP ha esaminato più di 10.900 punti vendita di farmaci online negli Stati Uniti che vendono farmaci su prescrizione e ha constatato che quasi il 97 % non è conforme alla legislazione statunitense e con standard che non proteggono la salute pubblica. Di questi siti identificati come non consigliati, quasi la metà offrono farmaci stranieri o non conformi alle regole della Food and Drug Administration e molti distribuiscono medicinali contraffatti pericolosi per i consumatori ignari, danneggiando anche le case farmaceutiche deviando il traffico web e indebolendo la fiducia dei propri clienti.

Qualunque sia il tipo di prodotto che si vende online è sempre necessario ricordare che i falsari e coloro che imitano i marchi online creano confusione per interferire con le promozioni digitali, intercettando il traffico web e minacciando le entrate dall’e-commerce.
E’ quindi necessario essere proattivi e impedire ai truffatori di mettersi tra il marchio e i propri clienti, affrontando le loro tattiche ingannevoli, i venditori possono recuperare il traffico web e ricavi e migliorare il ROI delle iniziative di marketing digitale.

Per raggiungere questo obiettivo è utile anche ottimizzare il portafoglio di domini e massimizzare il traffico web. Questo è un buon momento per entrare in contatto con l’amministratore del dominio aziendale e assicurarsi che i domini dell’azienda stiano servendo al loro scopo. Per massimizzare il traffico web, bisogna assicurarsi che ogni dominio della propria società punti a contenuti appropriati.

Infine è necessario proteggere la reputazione del brand attraverso tutti i canali digitali, tra cui anche i social e le applicazioni mobile. I canali digitali infatti stanno diventando una parte sempre più importante della vita privata e lavorativa delle persone. Non bisogna sottovalutare la minaccia di imitazioni, frodi e merci contraffatte in questi canali digitali in rapida evoluzione.
Con il ROI del marketing a rischio, i responsabili marketing devono fare di canali social e piattaforme mobili delle componenti essenziali della loro strategia di protezione del marchio.

Jerome Sicard, Regional Manager di MarkMonitor per il Sud Europa

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Su fatto che ci sia stata una correlazione diretta molto forte tra il trend delle borse ed i bil
https://youtu.be/fC_0hLUlQk4 Piazza Affari mostra segnali di cedimento anche stamane. Sempre più
Nulla di nuovo per chi legge Icebergfinanza da tempo ma come sempre è meglio ricordare alcuni p
Quando si parla di consulenza finanziaria si scatena sempre un vespaio. Sta diventando sempre pi
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Probabilmente questo articolo vi sarà sfuggito in quanto non ci regala nulla di interessante a
https://youtu.be/NML_0nf8tTk Quadro tecnico del mercato italiano in deterioramento. L'indice FTSE M
In molti mi hanno chiesto via email se credo nel Bitcoin e nelle criptovalute. Beh, diventa vera
Lunedì scorso per una di quelle strane coincidenze determinate dal fato, si sono svolti due happeni
Dopo la recente notizia che un un miliardario annoiato ha deciso di scommettere contro il nostro