Bpm: nuova App Webank per Apple Watch

Scritto il alle 19:54 da Redazione Finanza.com

Webank sbarca sull’Apple Watch. La Banca Popolare di Milano ha annunciato la nascita dell’app Webank appositamente pensata per l’Apple Watch. Tramite l’applicazione, a breve disponibile all’interno dell’Apple Store, i clienti di Webank potranno visualizzare il saldo del proprio conto corrente con un semplice ‘tap’.

“Gli utenti –si legge nella nota della Popolare di Milano- potranno inoltre ricevere messaggi sull’Apple Watch relativi alle movimentazioni di conto più frequenti: prelievi, pagamenti o operazioni ricorrenti quali l’accredito dello stipendio”. E numerose altre funzioni “saranno rilasciate nei prossimi mesi”.

“Siamo tra le prime Istituzioni finanziarie, sia a livello internazionale che domestico, a offrire questa opportunità”, ha dichiarato Luca Gasparini, responsabile Multi Channel Banking di Banca Popolare di Milano.

“Si tratta di un ulteriore passo avanti che conferma l’impegno costante e continuo del Gruppo Bpm a proseguire sul cammino dell’innovazione, valorizzando le competenze e l’eccellenza di Webank”.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Tags: , , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Sono tanto semplici li uomini e tanto obediscono alle necessità presenti, che colui che inganna
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Stoxx Giornaliero Buona domenica, anche questa volta lo Stoxx ce l’ha fatta, alla fine di u
Analisi Tecnica Rottura di forza della resistenza a 22300 con long black ma, subito la reazione d
Finora si è sempre speculato su quello che potrebbe accadere. Ma adesso le cose cambiano. Si pa
Tornando ai principi fondamentali, che possono schiarire le idee in momenti di difficile di interpre
Recentemente vi abbiamo proposto la bolla del secolo, si quella sulle obbligazioni sovrane, la c
Partenza positiva per le piazze finanziarie europee stamattina. Dopo la brusca flessione di ieri, gl
Loro fanno finta di nulla, nessuno problema, continuano ad introdurre gas soporifero in Europa,
Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017, n. 150