PIN e PUK smarriti e/o dimenticati? Ecco come recuperarli

Scritto il alle 20:54 da Redazione Finanza.com

Purtroppo può capitare di dimenticarsi il codice PIN: la fretta, un forte stress o un malore possono condurci ad un vuoto di memoria, anche temporaneo, e magari, sprovvisti del tesserino consegnatoci al momento dell’attivazione, rischiamo di trovarci in seri guai ed isolati dai nostri cari. Vediamo allora come possiamo uscire da questa situazione in maniera semplice.

COSA SONO I CODICI PIN E PUK E A COSA SERVONO
Il codice Pin e quello Puk sono estremamente importanti per la gestione della propria scheda sim.

Il codice Pin – acronimo di “personal identification number” – è costituito da quattro cifre che abilitano all’utilizzo del telefono: senza il Pin, il telefono può solo effettuare chiamate di emergenza. L’inserimento per tre volte del codice sbagliato comporta il blocco del telefono.

Il codice Puk, invece – acronimo di “personal unblocking key” – è una sorta di chiave di sblocco. Consiste in una serie numerica di otto o dieci cifre che viene usata per sbloccare il telefono e inserire un nuovo codice Pin. Se viene inserito per dieci volte un codice Puk errato, la sim telefonica viene bloccata definitivamente e dovrà essere acquistata una nuova.
Anche il codice Puk viene fornito insieme alla scheda Sim. Come fare allora?

COME FARE PER RECUPERARE IL CODICE PIN
Il codice Pin viene sempre fornito insieme alla Sim all’atto di acquisto della scheda. Si tratta di un numero segreto del quale è in possesso solo il legittimo proprietario: il suo inserimento permette al cellulare di stabilire una connessione di rete. Anche se costituisce un codice fondamentale in quanto protegge la scheda telefonica da eventuali intrusioni di non autorizzati, può tuttavia essere disattivato direttamente dalle impostazioni del cellulare.

In caso di smarrimento o dimenticanza del codice Pin, ma anche a seguito del blocco della scheda telefonica dovuta all’inserimento del codice sbagliato per tre volte, è possibile sbloccare la Sim grazie all’inserimento del codice Puk. Sarà, poi, sufficiente seguire le indicazioni direttamente sul cellulare per inserire un nuovo codice Pin.

COME FARE PER RECUPERARE IL CODICE PUK
Il codice Puk, a differenza di tutti gli altri, non può essere modificato: per questo motivo è bene conservare con cura il cartoncino sul quale è stampato questo numero seriale, così da averlo a portata di mano nel caso di necessità.

In caso di smarrimento, però, è possibile chiamare l’operatore telefonico di riferimento per richiedere un nuovo codice Puk. Al momento della richiesta, sarà necessario fornire all’operatore una serie di informazioni quali nome e cognome, data e luogo di nascita oltre, ovviamente, al proprio codice fiscale. In questo modo saremo identificati come legittimi intestatari della Sim (solo il proprietario può richiedere il codice Puk, non è fornito ad altri) ed avere il numero seriale che occorre per sbloccare la scheda telefonica.

Può, tuttavia, succede che l’operatore telefonico si possa rifiutare di darvelo per motivi di privacy. In questo caso, in base alla compagnia telefonica è possibile utilizzare qualche stratagemma.
Con Tim, ad esempio, si può richiedere in un qualsiasi centro una nuova scheda telefonica alla quale associare il proprio numero ed avere nuovi codici Pin e Puk. Con Vodafone e Tre, invece, è possibile reperirlo nella propria area personale dei siti aziendali ma occorre ovviamente prima registrare la propria scheda Sim.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 7 votes)
Tags: , , ,   |
2 commenti Commenta
kry
Scritto il 9 aprile 2015 at 10:36

” Con Tim, ad esempio, si può richiedere in un qualsiasi centro una nuova scheda telefonica alla quale associare il proprio numero ed avere nuovi codici Pin e Puk. ” ### Ricordando la relativa perdita di tutti i dati della sim precedente. Si è fortunati a recuperare parzialmente dei numeri se questi erano attivi con whatsapp sullo stesso apparecchio telefonico.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 7 votes)

Redazione Finanza.com
Scritto il 8 giugno 2016 at 11:56

Grazie per il commento. Speriamo sia utile anche ad altri lettori

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 3 votes)

Articoli dal Network di Finanza.com
Dopo il Dieselgate un altro scandalo potrebbe investire il settore dell'auto. Ma questa volta dell'a
A Piazza Affari ieri ha brillato Telecom Italia con la sua miglior seduta dell'anno. Lo sprint r
Colgo l'occasione dell'articolo "BITCOIN: ma la quotazione del future al CME è una cosa positiv
Molti fondi, alla ricerca di rendimenti “sicuri” e superiori allo zero, stanno adottato una stra
Oggi faremo un quadro di lungo periodo sul futures Dax. Rispetto al precedente aggiornamento non
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: Apre in lieve ribasso il listino italiano dopo aver evidenziato ieri una seduta interloc
Come già detto negli ultimi giorni continuiamo ad ignorare i dati provenienti dall'economia ame
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us