Malta: come aprire conto corrente guida

Scritto il alle 12:07 da Redazione Finanza.com

Malta: posso aprire un conto corrente bancario? Come fare? A chi rivolgersi? Vantaggi e svantaggi fiscali? Una guida pratica risponde a queste domande

Malta, un’opportunità per aprire il proprio conto corrente. Ecco perchè

Sarà per la crisi economica che spinge a conservare i propri soldi altrove o piuttosto per il desiderio che hanno un po’ tutti di trasferirsi in un altro luogo, in uno di quei posti dove il tempo si ferma, la natura è incontaminata, il clima mite e la gente cordiale, ma Malta sta diventando una meta guardata sempre con maggiore interesse da parte degli italiani che vogliono lasciare – fisicamente o fiscalmente – il Belpaese.

Trasferirsi in un altro paese, però, comporta l’espletamento di alcune incombenze burocratiche che spesso, per questioni di lingua o perché non si conoscono bene i meccanismi, può essere difficoltoso.

Malta è una realtà che rappresenta una valida alternativa, ecco perché è giusto comprendere:

  • Perché aprire un conto corrente a Malta
  • Chi può aprire un conto corrente a Malta
  • Cosa fare per aprire un conto corrente da privato
  • Cosa fare per aprire un conto corrente come azienda
  • Quali sono gli strumenti di un conto corrente maltese
  • Come gestire il conto corrente a Malta
  • Quanto costa aprire un conto corrente a Malta

L’apertura di un conto corrente può rientrare sicuramente in questa casistica. Come può fare un italiano per aprirne uno? E’ necessario recarsi di persona a Malta oppure si può risolvere in altro modo? E’ necessario essere residenti sull’isola? Ecco in pochi semplici passi la procedura per attivare un conto corrente maltese!

PERCHE’ APRIRE UN CONTO CORRENTE A MALTA

Vantaggi apertura conto corrente

Se si è intenzionati ad aprire un conto corrente all’estero, Malta può essere un’ottima scelta in quanto il paese aderisce alla legislazione in materia della Comunità Europea e per questo motivo i capitali, sia importanti che esportati, non subiscono significative tassazioni.

Inoltre, il sistema economico di Malta è uno dei più stabili dell’intero bacino europeo e questa è sicuramente una garanzia per chi decide di custodire lì il proprio denaro. I rating internazionali la classificano come un’economia da A+, ulteriore motivo di serenità per affidare ad una banca nazionale i propri risparmi.

Infine, anche se le lingue ufficiali della Repubblica di Malta sono il maltese e l’inglese, la vicinanza con il nostro Paese fa sì che tante persone parlino anche l’italiano e questo elimina moltissimi problemi di comprensione con gli impiegati dell’istituto bancario prescelto.

Malta, centro finanziario all’avanguardia in Europa

Sull’isola sono presenti ventisei diversi istituti bancari – quattro prettamente maltesi mentre gli altri sono istituti stranieri che operano sul territorio dell’isola – per cui c’è una vasta scelta per quanto riguarda condizioni, tassi di interesse e servizi fra i quali poter optare: il consiglio è quello di effettuare una ricerca accurata ed una comparazione delle offerte prima di decidere con quale operatore aprire il conto.

Sono moltissimi le aziende e i privati che ultimamente hanno deciso di aprire un conto corrente a Malta anche per una questione di tassi di interessi sul capitale versato davvero molto favorevoli (la media è di 2,5%). Va ricordato, inoltre, che sui conti correnti maltesi non c’è l’obbligo del pagamento dell’imposta di bollo.

CHI PUO’ APRIRE UN CONTO CORRENTE A MALTA

Chiunque può aprire un conto corrente a Malta purché non abbia avuto in precedenza condanne per bancarotta o problemi relativi al mancato pagamento di debiti.

Se dai controlli effettuati dall’istituto bancario risultano problemi finanziari o condanne, è anche possibile che venga rifiutata l’apertura del conto o che venga fatta richiesta al futuro correntista di risiedere per un tot di tempo sul territorio maltese prima di concedere l’apertura del conto corrente.

Per aprire un conto corrente a Malta non è necessario versare grandi cifre ma quasi per tutti gli istituti di credito è sufficiente il versamento di circa 50 euro per poter attivare il proprio account.

COSA FARE PER APRIRE UN CONTO CORRENTE A MALTA DA PRIVATO

La Valletta (in maltese Il-Belt Valletta) è la capitale di Malta

La buona notizia è che non occorre recarsi fisicamente sull’isola per aprire un conto corrente. Quasi tutti gli istituti bancari che operano nella Repubblica di Malta hanno a disposizione dei portali web ben progettati per cui è possibile eseguire l’intera operazione on line o tramite telefono.

Non sono richiesti particolari documenti per l’apertura di un conto corrente ma quelli classici necessari anche in Italia: carta di identità o altro documento valido, il passaporto poiché siamo cittadini stranieri e un certificato di residenza (o in alternativa è sufficiente anche la fattura di un’utenza intestata a noi e recante il nostro indirizzo).

E’ importante ricordare che la legge maltese relativa al diritto bancario è estremamente rigida e vengono effettuati moltissimi controlli in tal senso, per cui è necessario dimostrare di non aver mai avuto processi per bancarotta o eventuali guai finanziari di altro genere.

L’intera operazione non richiederà che pochi giorni prima di rendere effettivamente operativo il proprio conto corrente.

COME FARE PER APRIRE UN CONTO CORRENTE A MALTA COME AZIENDA

Conto correnti

Anche per le aziende è molto vantaggioso e relativamente semplice aprire un conto corrente in un istituto bancario maltese. Rispetto ad un privato, però, i documenti richiesti sono più numerosi. Un’azienda, infatti, dovrà fornire una copia dei documenti di identità dell’azienda stessa nonché la fattura di un’utenza che ne attesti la residenza, il certificato che ne garantisca la ‘buona reputazione’, la copia del passaporto di ciascun membro beneficiario del conto e, infine, un documento della banca presso la quale si ha il conto nel Paese di origine per attestare l’assenza di problematiche relative a debiti, fallimenti o altro.

Le modalità di apertura del conto aziendale, per il resto, sono le stesse in vigore per quello di un privato.

QUALI SONO GLI STRUMENTI DEL CONTO CORRENTE MALTESE

Gli strumenti del conto corrente maltese sono quelli tipici di un qualsiasi conto corrente tradizionale.
Sono infatti previste annualmente una serie di operazioni gratuite da fare a sportello, infinite operazioni da realizzare on line, ottenimento della carta di credito e di quella bancomat. Con un conto corrente maltese, poi, è possibile effettuare e ricevere bonifici, accreditare pagamenti e realizzare le principali operazioni del caso.

Con un’opzione aggiuntiva, poi, è anche possibile attivare il trading on line con la possibilità di acquistare e vendere titoli azionari ed altro.

COME GESTIRE IL CONTO CORRENTE A MALTA

Una volta stipulato il contratto per l’apertura del conto corrente e dopo le verifiche del caso da parte dell’istituto bancario, si diventa a pieno diritto un correntista della banca scelta. Nel giro di qualche giorno arriverà a casa, tramite posta o corriere, il plico con la documentazione relativa alle condizioni di sottoscrizione del conto corrente nonché login e pin per accedere al proprio conto on line.

La gestione del conto, a questo punto, diventa semplicissima perché può essere fatta comodamente da casa sfruttando la tecnologia web e il portale della banca scelta, proprio come avviene per i conti italiani. Per ogni tipologia di problematica, poi, è possibile anche contattare telefonicamente gli operatori della propria banca: a Malta è prassi abbastanza comune cercare di risolvere le problematiche più semplici direttamente a telefono.

QUANTO COSTA APRIRE UN CONTO CORRENTE A MALTA

Euro – banconote

Dipende dall’istituto prescelto ma, in generale, l’apertura di un conto è quasi sempre gratuita o comporta una spesa minima. Il canone annuale di gestione è previsto ma se si opta per un conto on line il costo non supera quasi mai i 10/15 euro all’anno, cifra che comprende anche il ‘mantenimento’ delle carte, sia di debito che di credito.

Al di là dei costi di apertura o di gestione del proprio conto, comunque, è bene consultare le condizioni legate al contratto stipulato perché il problema può sorgere nel momento in cui si vuole prelevare. Infatti, se il nostro conto prevede l’emissione di carte di credito e bancomat solo locali, sarà applicata una commissione su ogni prelievo che può variare da banca a banca ma arrivare anche a cifre significative. Può risultare, a quel punto, più conveniente fare un bonifico al proprio conto corrente italiano e prelevare successivamente con la carta italiana: i bonifici internazionali, infatti, hanno un costo che non supera l’euro per quasi tutti gli istituti bancari.

Anche il costo delle altre operazioni può variare da banca a banca per cui è sempre bene informarsi con precisione prima di stipulare il contratto. E’ anche vero, però, che quasi tutti i conti correnti prevedono il pagamento degli interessi sulle cifre depositate quindi i costi di gestione del conto possono anche essere ripagati dagli interessi maturati.

Ovviamente questo articolo non rappresenta un invito, implicito o esplicito ad aprire un conto corrente all’estero (nello specifico a Malta). Lo scopo è solo informativo/didattico, ossia serve a chiarire le modalità e cosa è indispensabile conoscere per valutare un’eventuale apertura di un conto su territorio extra-nazionale.

Segnaliamo a tal proposito sul Forum di finanzaonline.com una discussione aperta da alcuni anni in cui gli utenti commentano con esperienze reali questa possibilità.

Attendiamo i vostri commenti, critiche e suggerimenti: buona lettura.

Aprire un conto corrente a Malta: Bank of Valletta e HBSC Bank Malta

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
PREVISIONE In seguito alle ipotesi fatte nell'articolo precedente, posso ora chiarire alcun
Ferragosto è alle porte e si va verso il tutto esaurito in molte destinazioni italiane e che chiud
Venti di guerra, tensioni internazionali, geopolitica che torna protagonista. Ma in realtà questa
Quando abbiamo parlato in passato di criptovalute e soprattutto di Bitcoin,  abbiamo detto che
Il governo avrebbe quasi messo a punto il decreto attuativo della cosiddetta Ape Volontaria, che pot
Analisi Tecnica Come vi dicevo e .... "tutto il contrario di tutto".... Ecco far un harami rialzis
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati:
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us