Lasciare l’Italia per diventare il più giovane cardiochirurgo pediatrico della Gran Bretagna, la storia di successo di Simone Speggiorin

Scritto il alle 14:30 da Redazione Finanza.com

Lasciare l’Italia per far fortuna all’estero: è il sogno di molti e la realtà di alcuni. tra questi c’è Simone Speggiorin, medico di 37 anni che dopo aver concluso gli studi universitari nel nostro Paese ha deciso di lasciarlo, non per odio o per ripicca, ma per costruirsi un futuro che nella sua Italia gli stavano negando.

Ha studiato medicina e chirurgia nel prestigioso ateneo di Padova: ha discusso la tesi in cardiochirurgia pediatrica dopo i canonici 6 anni di studio e ha avuto accesso alla specializzazione nel policlinico universitario di questa stessa città.
Una carriera che sembrava promettere bene, ma Simone Speggiorin è sempre stato un ragazzo con gli occhi ben aperti e con poche illusioni, sapeva che al termine della specializzazione quell’ospedale non gli avrebbe potuto garantire una continuità lavorativa e il suo mentore, il dottor Giovanni Stellin, lo preparava all’eventualità. Lui non gli avrebbe potuto offrire un’occupazione al termine degli studi e se la sua strada era la cardiochirurgia pediatrica avrebbe dovuto necessariamente fare un’esperienza all’estero. 

E’ andando oltre il confine che si apre la mente e che si capiscono le dinamiche di un lavoro così complicato e delicato. Simone accetta la sfida e si perfeziona nella lingua inglese studiando medicina dai libri in lingua inglese. Ad appena 28 anni ha in tasca un dottorato di ricerca, ha lavorato a Londra e a Boston ma in Italia non c’è posto per lui.
La sua svolta arriva da un incontro a Padova con il dottor Martin Elliott, luminare di pediatria in uno degli ospedali più importanti di Londra. Il dottor Elliot convince Simone Speggiorin a seguirlo: Londra non è Padova e con una specialistica e un dottorato in tasca, il dottor Speggiorin viene inquadrato come junior. Ricomincia da zero, torna a essere poco più che uno specializzando: deve capire i meccanismi di una sala operatoria, conoscere bene la lingua, inquadrare la sua posizione e i suoi obiettivi. 

Gli basta un solo anno a Londra per diventare senior, bruciando tutte le tappe. A quel punto il suo mentore inglese, il dottor Elliot, lo spinge a fare esperienza laddove si fanno i conti con la realtà più dura. Simone Speggiorin parte per l’India, biglietto di sola andata: ha trovato lavoro all’ospedale Narayana Hrudayalaya Hospital e opera 6 bambini ogni giorno per 6 giorni alla settimana guadagnando 300 euro al mese. In 10 mesi ha operato 350 bambini e la sua ricerca di un ospedale in cui trovare nuovi stimoli lo spinge a mandare curriculum in tutto in mondo, eccetto che in Italia.
Gli risponde Sidney ma anche Leicester, ed è proprio qui che sceglie di trasferirsi. Torna in Inghilterra, a 140 km da Londra e diventa il più giovane cardiochirurgo pediatrico del Paese.

Adesso Simone Speggiorin ha 37 anni, un posto di lavoro in uno degli ospedali più famosi d’Inghilterra ed è rispettato e stimato dai suoi colleghi. Racconta che l’Inghilterra non è il Paese dei Balocchi: se sbagli paghi, ci metti la faccia, hai mille responsabilità e il tuo posto di lavoro non è mai sicuro. 
Sei un Paese straniero e devi conquistare la fiducia di un popolo per sua natura diffidente, tanto più con gli italiani.
Il dottor Speggiorin lavora con attenzione maniacale, è un innovatore: prima di operare crea dei modelli 3D del cuore che dovrà “riparare” e nel frattempo è iscritto a un’associazione umanitaria che opera proprio in India. 
Ogni tanto prende qualche giorno di ferie e vola a operare gratuitamente i bambini laddove c’è più bisogno di lui.

E’ una bella storia. E’ la storia di un italiano che ce l’ha fatta, che si è costruito il suo futuro da solo, con le sue mani, senza nascondersi dietro l’alibi della crisi e del lavoro che non c’è. E’ un esempio per i nostri giovani.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Dare feedback, comunicare in modo chiaro ed efficace, ma anche trasmettere entusiasmo e saper bilanc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Quello che vi sto facendo è un grosso regalo. Che poi sia apprezzato o no, è un altro paio di
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: dopo la seduta di ieri di forte incertezza chiusa in spinning top, oggi l'indice cerca di
  Tra i vari indici che si possono trovare sul mercato, ce n’è uno che da sempre segu
Tanto tuono che non piovve, alla fine il Governo May decide di subire gli ultimatum europei, dec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
OPEC: taglio imminente a sostegno delle quotazioni. Ma anche le scadenze dei future lasciano qualc
Alla fine arriva anche il giudizio di un ente apparentemente super partes, ovvero il FMI. Andand