Cerca nel Blog

Trading: La storia di Mohamed, il 18enne che guadagna 72 mln in borsa tra un’ora e l’altra di lezione

Scritto il alle 12:00 da Redazione Finanza.com

Sembra incredibile ma c’è chi ha trovato il modo di guadagnare una vera fortuna tra una lezione e l’altra durante la ricreazione a scuola. La notizia sta spopolando sul web e sta facendo il giro del mondo perché la curiosità di saperne di più è tanta. La storia è quella di uno studente di origine bengalese, un ragazzo neanche 18enne iscritto a un liceo di Manhatthan. Mohammed Islam, questo il nome dell’intraprendente studente, ha avuto la brillante idea di fare il trader. Un’intuizione felice che ha già fatto guadagnare a Mohammed più di 72 milioni di dollari e destinata evidentemente a far lievitare la sua ricchezza. La sua passione nasce da lontano, infatti, fin dall’età di nove anni lo studente ha cominciato a giocare in Borsa. La sua fortuna l’ha costruita con i futures sul greggio e sull’oro.

Mohammed Islam è diventato un vero talento della Borsa ma non ha di certo dimenticato gli amici. Spesso Mo, così lo chiamano gli amici più stretti, li porta a cena in un famoso locale della zona spendendo un bel po’ di dollari in caviale. Ha cominciato a investire i primi soldi guadagnati comprandosi una Bmw, anche se per una questione di età non può ancora guidarla, e affittando un appartamento al centro. I genitori, però, sembra che non gli consentano ancora di trasferirsi e andare a vivere da solo. Una storia talmente clamorosa fino al punto di essere ripresa anche dal New York Magazine. Con la nota rivista, lo studente non si è sbilanciato e non ha voluto rivelare la cifra esatta della ricchezza accumulata, ma si è limitato a dire che la somma ricade nella fascia delle otto cifre. Gli analisti specializzati nel settore non hanno perso tempo e hanno quantificato il suo patrimonio (circa 58 milioni di euro). Una cifra niente male per un ragazzo che non ha ancora 18 anni e con grandi prospettive future.

Mohammed, che ha ammesso di avere un legame particolare con Wall Street, ha cominciato con i primi investimenti nei cosiddetti titoli spazzatura quando aveva solo nove anni. I primi passi nel mondo della Borsa non sono stati affatto fortunati e così Mo ha perso i suoi primi risparmi. Le prime batoste non hanno scoraggiato il ragazzo attratto sempre più dai trader e dal mondo finanziario. Spinto da una buona dose di intraprendenza e da una voglia di rivalsa ha deciso di ricominciare a giocare con i titoli e visti i risultati ha avuto ragione. Mo, specie a scuola, nel corso della ricreazione si dà molto da fare: vende e compra azioni e obbligazioni. Come quasi tutti gli altri ragazzi della sua età è presente sui network dove pubblica di sovente fotografie e video che lo riguardano. Di frequente è accompagnato da graziose ragazze anche se non è proprio quello che si può definire un prototipo di bellezza. Per sua stessa ammissione, nonostante i tanti guadagni, ai genitori non piace che lui giochi in Borsa. Lui però non ha alcuna intenzione di fermarsi e attende con ansia il suo diciottesimo compleanno per essere più “libero”. Il suo sogno è creare un fondo di investimento per i risparmiatori e considerate le premesse è un obiettivo possibile. Nel giro di un anno Mohammed conta anche di incassare il primo miliardo. Ora c’è solo da aspettare per capire dove arriverà questo piccolo genio della Borsa. Intanto, sul web impazza la sua storia.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
L'euforia per la Trumponomics sembra scemare davanti ai primi scogli che sembrano difficili da super
  Al link che trovate di seguito, pubblico la presentazione fatta durante l'eve
L’ora legale sta per tornare. Come di consueto l'appuntamento con il cambio dell'ora è fissato pe
Indice EuroStoxx50 e Settore Bancario
Vi siete sempre chiesti come, in realtà, fosse il confronto (a livello di performance) tra:
No Ragazzi, non è un foto montaggio è una foto autentica, questo è Trump ieri in versione spett
Il FTSE Mib in apertura soffre la presenza di una resistenza di matrice dinamica, disegnata sul graf
Sono ormai anni che si discute di quali siano le responsabilità della moneta unica. Se non ci f
Ieri c’è stato l’incontro a Roma tra il ministro del Lavoro Poletti e i segretari generali di C