Non solo KFC: il pollo domina anche nei menù dei top chef

Scritto il alle 09:00 da Redazione Finanza.com

Freschi dello sbarco in Italia, si parla spesso della catene KFC, famoso per il pollo fritto, che , appunto, proprio in questi giorni è sbarcata in Italia con l’apertura a
Roma e Torino, ed altre previste nell’immediato futuro. Ma il pollo non vuol dire solo quello fritto di catene come questa o quello poco condito di chi è molto “fitness oriented”.

Infatti, da un approfondimento sul cibo preferito da bodybuilder a cura di Unaitalia per verificare il rapporto tra i migliori ristoranti del mondo e, appunto, il pollo, emerge che circa 1 ristorante su 3 tra i 50 migliori del mondo lo inserisce di diritto nel proprio menù. E non solo, anche i grandi chef italiani non disdegnano assolutamente quella che è la carne più consumata al mondo.

Quindi il pollo non solo è il re incontrastato di pranzi e cene casalinghe ad ogni latitudine, o apprezzato cibo da fast food, ma è entrato anche nelle cucine dei migliori ristoranti del pianeta. Da René Redzepi del celebre Noma a Ashley Palmer-Watts, chef di grido londinese, fino ai fratelli Roca in Spagna, i più rinomati chef internazionali. E l’Italia non sta mica a guardare infatti,  sono diversi, da Marchesi a Vissani, Uliassi e Sultano, i famosi chef del nostro Paese che si presentano con ricette che hanno come protagonista la carne preferita dagli italiani.

COME LO FANNO IN GIRO PER IL MONDO?

Le alternative sono infinite o quasi: disossato e ripieno, fritto o arrostito, accompagnato da salse e passati di verdura, base per brodetti e zuppe. Per esempio, in Spagna, a Girona, ci sono i fratelli Roca (El Celler de Can Roca) che preparano i cosci di pollo con gamberi. Oppure a Londra al Dinner by Heston Blumenthal Ashley Palmer-Watts dove il pollo trionfa nei suoi sapori fusion, con cosci di pollo accompagnati da salsa di rafano come antipasto e pollo accompagnato da Erba Ostrica tra le portate principali.

Anche in Francia, troviamo Alain Passard che lo propone in versione Grande rôtisserie mentre in Germania Sven Elverfeld prepara un Hamburger Tandoori.

Cambiando continente la musica resta la stessa. Infatti, in Asia, nel ristorante Amber di Hong Kong, Richard Ekkebus e Maxime Gilbert utilizzano il pollo come ingrediente di una salsa che abbinano al vitello. Mentre in Brasile, a San Paolo, sfogliando il menù del ristorante Maní, Helena Rizzo e Daniel Redondo troviamo il pollo con riso e okra (un ortaggio molto utilizzato nella cucina tradizionale sudamericana). Nella patria dei fast-food, gli USA, il nostro caro pollo è il re incontrastato della cucina newyorkese e ci pensa Daniel Humm a ricordarci che non è solo quello fritto del fast food e propone il suo Pollo arrosto ripieno di fois gras, tartufo nero e brioche.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Sembra ormai ad un passo un primo accordo tra USA e Cina, un primo passaggio che poi necessiterà
Daimler e BMW hanno unito le forze per creare la nuova Powerhouse europea della mobilità all'intern
Il nuovo sistema multifunzione a colori A4 TASKalfa 351ci permette, a costi di gestione contenuti, u
Dall'analisi evoluta dell'osteoporosi, alla formazione digitale per le donne fino all'utilizzo d
Avvio tranquillo per il Ftse Mib che si muove attorno a 20.250 punti in marginale rialzo rispetto al
In un mondo normale un analista o ricercatore che da mesi mette in guardia sulle reali condizion
Ivonne Forno, CEO di Laborfonds, il fondo pensione complementare territoriale del Trentino-Alto Adig
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Guidare una moto fruendo del Cloud, Internet of Things e Intelligenza Artificiale. Da qui IBM e Harl
Ftse Mib: l'indice italiano rimane ancorato alla resistenza statica dei 20.236 punti. Poco sopra pas