Cerca nel Blog

Tasse 2014: gli sgravi fiscali battono gli aumenti

Scritto il alle 10:06 da Redazione Finanza.com

La fine del 2014 si avvicina ed è tempo per gli italiani di bilanci. Sul fronte fiscale quest’anno ha rappresentato una piccola svolta che la pressione fiscale in discesa dopo anni di costante ascesa. Sebbene la pressione fiscale rimane ancora molto elevata (43,3%), La Cgia ha calcolato che nel 2014 i contribuenti italiani hanno beneficiato del saldo fiscale positivo di +3,1 miliardi di euro. I tagli, pari a 11,8 miliardi di euro, sono quindi stati superiori agli aumenti di imposta (8,7 miliardi di euro).

Effetto bonus per i redditi medio-bassi
“Era da molto tempo che ciò non accadeva – osserva il segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi, – A far pendere l’ago della bilancia a favore dei contribuenti italiani è stato il bonus fiscale introdotto nella primavera scorsa dal Governo Renzi. In linea di massima possiamo affermare che i maggiori benefici economici, come era giusto che fosse, sono andati ai redditi medio bassi, mentre quelli superiori non hanno ancora fruito di nessun sollievo fiscale. Nonostante ciò, il carico fiscale complessivo rimane ancora molto elevato e anche nei prossimi anni è destinato a rimanere su questi livelli. Purtroppo, la contrazione del Pil continua ad essere superiore alla diminuzione del gettito: pertanto, la pressione fiscale non si abbassa”.

Gli sgravi…
L’analisi dell’Ufficio studi della CGIA segnala tra gli sgravi fiscali il “bonus Renzi”, che mediamente ha diminuito di 80 euro le tasse dei lavoratori dipendenti a basso reddito (misura pari a 6,6 miliardi di euro), il “bonus Letta”, che anch’esso ha incrementato le detrazioni Irpef per i lavoratori dipendenti a basso reddito (sgravio da 1,5 miliardi di euro), l’eliminazione della maggiorazione Tares (1 miliardo di euro), la riduzione dell’aliquota della cedolare secca (1 miliardo di euro) e la deduzione del 30 per cento dal reddito di impresa dell’Imu applicata sugli immobili strumentali (714 milioni di euro).

… e gli aumenti
Per contro, invece, tra i principali aumenti fiscali avvenuti quest’anno registriamo l’introduzione della Tasi (3,8 miliardi di euro di gettito), l’aumento della tassazione delle rendite finanziarie (720 milioni di euro di gettito), l’incremento dell’imposta di bollo sul dossier titoli (627 miliardi di euro) e la riduzione della deduzione forfetaria dei redditi derivanti dai contratti di locazione (627 milioni di euro).

Verso saldo fiscale positivo anche nel 2015
Nel 2015, grazie alla nuova legge di Stabilità, il saldo fiscale potrebbe essere ancor più favorevole. La stabilizzazione del “bonus Renzi”, gli sgravi contributivi per i neoassunti a tempo indeterminato e il taglio dell’Irap dovrebbero avere il sopravvento sugli aumenti di imposta previsti sui fondi pensione, sull’incremento della tassazione sul Tfr, e sull’incremento delle accise sui carburanti che scatterà dal prossimo 1° gennaio.

GLI SGRAVI FISCALI NEL 2014                       (milioni di euro)
BONUS LETTA Incremento detrazioni IRPEF Lavoro dipendente 1.548
BONUS RENZI” 80 euro in busta paga redditi lavoro dipendente al di sotto 24.000 euro 6.655
Maggiorazione TARES eliminata 1.000
CEDOLARE SECCA Riduzione di aliquota 44
INAIL Riduzione premi INAIL 1.000
IRAP Deduzione IRAP neo assunti 36
IRAP Incremento Deduzioni IRAP (5) 709
IMU  immobili strumentali: deduzione 30% dell’IMU 714
IMU esonero fabbricati rurali strumentali e riduzione prelievo terreni agricoli 117
TOTALE 11.823

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Ministero dell’Economia e delle Finanze

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags:   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Non è una novità, ma la gente comune non sa nulla di quello che sta realmente accadendo, un mani
  Investire ai tempi della bolla della liquidità. Quanto ne abbiamo parlato negli ultim
Piazza Affari ancora in trading range, all'interno del rettangolo formato dai supporti a 20.570 punt
Quando parliamo di opzioni sappiamo che le variabili in gioco sono tre: Prezzo - Volatilità - Tempo
Copione noto, e situazione “all’italiana” che potrebbe andare a risolvere la questione del
Cari Compagni di viaggio, amici di Machiavelli, mi permette di togliermi un sassolino dalla scarpa
Sulle criptovalute si dice molto in questi giorni e soprattutto si racconta dell’impressionant
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Il bagarinaggio online colpisce ancora e...pesantemente. Per vedere il concerto di Vasco Rossi a
Sono sempre di più gli investitori che richiedono sicurezza nelle negoziazioni delle cripto-valute,