Fiat: svelata la nuova 500 X; ecco i dettagli

Scritto il alle 10:30 da Redazione Finanza.com

Alla fine la presentazione tanto attesa è arrivata e la Fiat 500 x ha ufficialmente fatto il suo “esordio in società”. L’autovettura, che sarà disponibile nei concessionari a partire dall’inizio dell’anno prossimo, è stata presentata dal massimo dirigente del brand, il transalpino Olivier Francois, durante il Salone dell’Auto in corso nella capitale francese.

Alla presentazione di questo crossover erano ovviamente presenti Sergio Marchionne e John Elkann. Il capo del brand ha voluto porre l’accento sulla italianità del crossover che ha visto la luce e durante la presentazione, non a caso, sono state fatte passare su un maxi-schermo immagini del nostro paese, dalle campagne alle grandi città. Un crossover nostrano in quanto il progetto e la sua realizzazione hanno vista la luce in Italia, ma italiano anche perché, come detto da Francois, la nuova autovettura rappresenta in maniera perfetta il dna dell’auto italiana, unendo la praticità all’emozione della guida.

Nel corso della presentazione c’è stato spazio anche per un po’di storia, quando ad un certo punto l’attenzione di tutti è stata catturata da una 500 tutta in legno, ma non una 500 qualsiasi, visto che questa riproduzione ha dato modo a tutti di rivedere da vicino la prima 500, oggi definibile come un vero e proprio pezzo di storia dell’industria motoristica mondiale.

La nuova 500, che è nata nello stabilimento di Melfi, è senza dubbio degna erede della prima 500, uscita dalle fabbriche Fiat nel lontano 1957. E questo nuovo modello pare avere tutte le carte in regola per replicare il successo dei suoi predecessori, di cui tantissimi esemplari si vedono in giro per le strade non solo italiane, ma anche europee.

E i numeri fatti registrare dalla 500 prima di questo nuovo modello fanno davvero sperare: negli Stati Uniti infatti le immatricolazioni stanno crescendo ad un ritmo vertiginoso, compensando in parte i dati meno rosei relativi al Vecchio Continente, dove comunque questo modello si è ritagliato, anche in questi anni, un suo spazio sul mercato.

Quello che colpisce di questo nuovo modello è la spaziosità all’interno, sia per quel che concerne la parte posteriore ed anteriore dell’abitacolo, sia per quel che riguarda il bagagliaio. Un’altra cosa molto interessante è il volante: si ha infatti la possibilità di regolarlo in altezza e profondità e per quanto concerne l’accensione è di serie la chiave elettronica. Sorvolando sui dettagli tecnici, va senza dubbio segnalato che per un prezzo iper-competitivo si potrà avere un’autovettura dotata di ottimi sistemi di sicurezza, come quelli che impediranno le uscite involontarie dalla sede stradale o quelli che aiuteranno il guidatore nelle manovre.

Insomma, la Fiata sta per immettere sul mercato una macchina che se da un lato è icona di tradizione, dall’altro porta il brand “500” dritto nel ventesimo secolo, non rinunciando alla missione che dal 1957 lo caratterizza: quella di creare un’autovettura di qualità a prezzi accessibili.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Sono tanto semplici li uomini e tanto obediscono alle necessità presenti, che colui che inganna
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Stoxx Giornaliero Buona domenica, anche questa volta lo Stoxx ce l’ha fatta, alla fine di u
Analisi Tecnica Rottura di forza della resistenza a 22300 con long black ma, subito la reazione d
Finora si è sempre speculato su quello che potrebbe accadere. Ma adesso le cose cambiano. Si pa
Tornando ai principi fondamentali, che possono schiarire le idee in momenti di difficile di interpre
Recentemente vi abbiamo proposto la bolla del secolo, si quella sulle obbligazioni sovrane, la c
Partenza positiva per le piazze finanziarie europee stamattina. Dopo la brusca flessione di ieri, gl
Loro fanno finta di nulla, nessuno problema, continuano ad introdurre gas soporifero in Europa,
Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017, n. 150