Garante per la Privacy: Mail e telefonate degli italiani sono a rischio

Scritto il alle 10:30 da Redazione Finanza.com

Un enorme buco metterebbe a serio rischio le telecomunicazioni del nostro paese. Talmente grande da mettere a disposizione di chiunque i contenuti delle telefonate e della posta elettronica, oltre ad altri dati sensibili.

sostenerlo è un rapporto riservato redatto dal Dipartimento attività ispettive che opera in seno all’Autorità garante per la protezione dei dati personali. La relazione è stata inviata al Premier Matteo Renzi, ai ministri per lo Sviluppo economico e dell’Interno, Federica Guidi e Angelino Alfano, e al sottosegretario Marco Minniti. Si tratta di tre pagine nelle quali sono condensati tutti i principali dati di un rapporto estremamente articolato cui hanno lavorato tra aprile e maggio gli specialisti incaricati dal Garante.

Il centro di tutto sarebbero gli Internet eXchange Point (IXP), ovvero le infrastrutture che alloggiano tutti i cavi adibiti al trasporto dei dati e i sistemi di sicurezza posti a loro protezione, reputati del tutto insufficienti. Nel nostro paese sono nove, di cui tre fondamentali, posti rispettivamente a Roma, MIlano e Torino.
Secondo gli ispettori, vedono al loro interno la presenza di funzionalità tecniche in grado di consentire a chiunque volesse di analizzare i dati in fase di transito e addirittura di duplicarli, per poi dirottare il tutto su database ove gli stessi sarebbero immagazzinati. 
A stretto giro di posta è arrivata la risposta di Michele Goretti, direttore dell’Ixp romano, secondo il quale la presenza della certificazione di sicurezza Iso27001 sarebbe una garanzia. Il rischio sarebbe quindi molto ridotto e per duplicare i dati occorrerebbe un lavoro estremamente complesso, ma la relazione afferma una realtà assolutamente diversa.
Tanto da spingere gli ispettori a chiedere la massima attenzione per strutture considerate nevralgiche per il sistema paese, considerato che attraverso di esse passano i dati e il traffico dei principali operatori nazionali. Nella situazione attuale sarebbero messi a serio rischio non solo la riservatezza dei dati personali, con pregiudizio di interessi economici ed istituzionali, ma anche i diritti di ogni singolo cittadino, in quanto anche le chiamate telefoniche da fisso e mobile sono ormai digitalizzate.

A rendere più fosco il quadro concorre anche il fatto che tra i fornitori di router ospitati nelle strutture interessate ci sarebbero aziende come Cisco e Huawei, multinazionali che sono già state chiamate in causa nei recenti casi di spionaggio internazionale. Considerato che la manutenzione dell’hardware può essere svolta facilmente anche da remoto, non sarebbe troppo difficile dare vita a funzionalità di mirroring per poi provvedere a dirottare il traffico duplicato.
Il rapporto del Dipartimento attività ispettive pone insomma una lunga serie di interrogativi relativi non solo alla privacy e alla sicurezza, ma anche alle regole, in quanto gli Ixp non avrebbero la funzione di titolari del trattamento dei dati, che permetterebbe al Garante di ancorarli alla legge. In pratica, possono fare ciò che vogliono, senza alcun controllo. Una eventualità che metterebbe a serio rischio tutto un sistema nel quale proprio la riservatezza e la sicurezza dovrebbero svolgere un ruolo assolutamente essenziale, considerati gli interessi in gioco. Si tratta insomma di un caso estremamente delicato, che dovrebbe essere oggetto di attento esame a livelo istituzionale, soprattutto alla luce delle polemiche che hanno fatto seguito nel corso degli ultimi mesi allo scoppio del Datagate.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Ci eravamo lasciati nel precedente articolo con l'indice Biotech in forte ripresa e proprio quando s
Oggi vi vorrei parlare di alcuni aspetti pratici di bitcoin e di come se ne gestisce la custodia
Avvio titubante per il Ftse Mib che si muove attorno a 19.130 punti mostrando un lieve segno rosso,
Nel fine settimana, il ritorno in grande stile della troika, che suggerisce di non toccare la ri
Gli ETF (Exchange Traded Funds) continuano a piacere agli investitori. Lo dimostrano gli ultimi
Guest post: Trading Room #295. Ora siamo "nel burrone" e quindi che possiamo aspettarci? Buona vis
Come indebolire con un colpo solo pensioni obbligatorie e complementari senza aumentare il lavoro N
Analisi Tecnica Da quanto era forte la pressione ribassista l'area critica di supporto 20230-20260
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]