OSVehicle: Pronti all’auto da montare?

Scritto il alle 14:30 da Redazione Finanza.com

Tin Hang Liu è un trentatreenne di Torino, anche se dal nome non si direbbe, che potrebbe presto diventare molto famoso. Insieme al padre e alcuni collaboratori ha infatti elaborato una idea che ha saputo trovare terreno fertile in una serie di soggetti come industrie automobilistiche e servizi di sicurezza

L’idea di cui stiamo parlando è OSVehicle, quella che in molte fiere europee cui ha preso parte è stata ribattezzata l’auto Ikea, in quanto può essere costruita nel breve volgere di una cinquantina di minuti partendo da Tabby, un pianale universale flessibile il quale consente di assemblare con estrema facilità un veicolo da due a quattro ruote tale da diventare una city car o addirittura un fuoristrada. Il tutto è contenuto in scatole che possono essere spostate facilmente e non ha bisogno di strumenti complessi al fine della creazione di autoveicoli in grado di trasportare passeggeri. 

L’idea che sta alla base di OSVehicle è nata nel 2008, quando Tin si trovava nella Silicon Valley. Proprio operando nel cuore del mondo hardware e software, pensò di applicarne i concetti al mondo delle auto, facendo di un semplice pianale la base per un progetto complesso a disposizione di start up vogliose di creare un loro progetto a costi assolutamente competitivi. La sua idea fu presto sposata dal padre Francisco, che con la sua Italchina fungeva all’epoca la funzione di consulente per business e da Ampelio Macchi, già noto nel mondo delle corse moticiclistiche in quanto collaboratore nel passato di marchi come Aprilia, Husqvarna e Cagiva. A loro si sono ben presto uniti il designer Marco Borge,  l’ingegnere Carlo De Micheli e una figura chiave dell’open source italiano, Simone Cicero.
Da questo vero e proprio trust di cervelli è nato infine OSVehicle, che permette di montare il proprio Tabby su un sito il quale permette di scaricare le matematiche tridimensionali del prototipo da cui partire. Una volta scaricate sul proprio personal computer si inizia a lavorare su di esse per poi proseguire su un modello in scala. Due le soluzioni proposte, una in stampa tridimensionale, appunto, e l’altra in polistirolo e argilla. Una volta sviluppato il modello, il lavoro va avanti su scala 1:1 e si acquista il pianale, sul quale il cliente monta la propria scocca e il motore elettrico. Se alla fine del percorso l’auto si dimostra funzionante, può andare alla linea di montaggio con la possibilità di controllare i costi di produzione. 

Lo stesso Tin ci tiene però a far sapere che l’ambizione di Tabby non è quella di essere la Fiat, bensì l’Android dei veicoli elettrici, cioè la piattaforma da cui partire per sviluppare il proprio progetto. In pratica OSVehicle consentirebbe di dare vita a veicoli elettrici sotto i 6mila euro di costo. Se il planale arriva a costare 2mila euro, il motore elettrico, in due versioni da 45 e 80 chilometri orari, comporta una spesa di ottocento. Inoltre si può scegliere la batteria tra una al litio e una super economica.

Le richieste per Tabby sono già molte, con i grandi parchi gioco americani in prima fila, ma non solo. Tanti inoltre i grandi mezzi di comunicazione che ne hanno parlato in maniera diffusa, come Le Monde, Bloomberg, Daily Mail ed altri. Inoltre il progetto è stato selezionato come uno dei più innovativi all’UsaCamp di New York.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati, faccio un veloce aggiornamento sulla situazione
Mentre scrivo questo articolo, il mercato delle criptovalute sta passando un momento di profondo
Il grande protagonista (oltre alla Lira Turca) è sicuramente il Dollaro USA che si dimostra val
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
L’ho detto in passato e lo ripeto. Abbiamo sottovalutato quell’uomo. Dietro all’aspetto de
La crisi turca non cambia, al momento, l'impostazione degli operatori della borsa USA. C'è quindi
Agosto non si smentisce e quando meno te lo aspetti, eccoti arrivare la sorpresina. La crisi Turca
Cari amici lettori, il vostro autore scapestrato prova ad andare qualche giorno in ferie.
Noi questa volta partiamo da qui, dall'articolo del Sole 24 Ore, ma soprattutto dall'esposizione