Arriva la mappa del reddito Italiano: dove sono collocati i più ricchi?

Scritto il alle 15:00 da Redazione Finanza.com

Arriva la nuova mappa dei redditi italiani, frutto dello studio dell’ingegnere informatico Franco Morelli. I dati elaborati prendono spunto da quelli resi noti dal Ministero dell’Economia e sono stati pubblicati sul blog personale di Morelli: Opendatabassaromagna.

Come lo stesso ingegnere afferma, l’obiettivo è quello di lavorare su elenchi e cifre incomprensibili ai più, al fine di renderli alla portata di tutti. Nella maggior parte dei casi gli studi sono concentrati sulla Bassa Romagna, ma non mancano casi in cui si occupi di dati nazionali come in questo caso.

La ricerca è partita dai dati irpef del 2012, gli stessi riguardano sia i lavoratori dipendenti, sia i lavoratori autonomi, senza tenere conto dei dati relativi all’evasione fiscale. I dati sono confrontati al reddito medio pro-capite nazionale che corrisponde per il 2012 a 20 mila euro lordi l’anno.
La mappa è realizzata con analisi delle singole realtà, senza aggregare i singoli paesini che vengono trattati separatamente, anche i più dispersi si trovano nella mappa interattiva e possono essere facilmente rilevati. In verde vengono evidenziati quelli che hanno un reddito lordo pro-capite superiore alla media, in rosso quelli che hanno un reddito inferiore, le varie tonalità dei due colori segnano la distanza tra questi due dati.

I primi risultati da rilevare riguardano la distanza tra Nord e Sud con redditi più elevati nelle regioni settentrionali, le zone in verde sono Milano, Roma e città con attrazione turistica. Si pongono al di sopra della media anche città della Lombardia come Basiglio con 48 mila euro pro-capite, Campione d’Italia con 40.000 euro annui, Cusago, Torre d’Isola. In Piemonte buoni i dati di Pino Torinese. Non mancano zone al di sopra della media in Toscana e in particolare a Siena con oltre 26.000 euro ed in Emilia Romagna. Le tonalità della mappa interattiva diventano nettamente più scure al Sud e in particolare Campania, Molise e Calabria, mentre la Puglia, pur non avendo risultati brillanti, ha poche zone particolarmente povere.

Questa curiosa mappa interattiva non finisce di stupire perché, accanto al reddito pro-capite registrato nelle singole realtà locali, è indicato anche il coefficiente di Gini, esso indica la distanza, o meglio il disequilibrio economico, che vi è all’interno della realtà stessa. E’ bene premettere che in base agli studi pubblicati dall’OCSE, l’Italia è tra i Paesi che registrano le più ampie differenze ed in Europa è seconda solo al Regno Unito.

L’indice in oggetto ha una forbice da 0 a 1, dove lo zero indica equaglianza e 1 il massimo della disuguaglianza. Per fare un esempio che aiuti a capire, il dato peggiore rilevato è a Dambel, un paesino di 500 persone in provincia di Trento, dove la ricchezza è concentrata nelle mani di pochissimi.

Il lavoro si conclude con l’individuazione di località in cui viene superata l’ultima soglia degli scaglioni irpef, ovvero i 120 mila euro e al primo posto c’è Lenno in provincia di Como, al secondo posto Lajatico, paese della Toscana dove risiede Andrea Bocelli, si distingue anche Tavullia, paese di Valentino Rossi e poi il quartier generale di Luxottica, ovvero Agordo in Veneto.
Per avere la mappa completa dei singoli comuni ecco il link del blog: http://opendatabassaromagna.blogspot.it/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
IMPEACHMENT minacciato a Mattarella, in arrivo Cottarelli. Domani FTSEMIB e BTP in festa? Alla fi
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, finalmente è partito il ciclo mensile inverso dopo ben
FTSEMIB scende a picco con le banche italiane in crisi, spread BTP Bund che buca area 200 punti. F
Continua il successo delle Obbligazioni Collezione di Banca IMI. L’investment bank del Gruppo In
Abbiamo più volte scritto che la prossima crisi, la scintilla della prossima crisi arriverà da
Apertura debole per Piazza Affari con il Ftse Mib che si muove sotto 22.800. Dal punto di vista tecn
Chi ci segue da tempo sa che le dinamiche del mercato immobiliare in genere, sono lente ad evide
Nei suoi rapporto sulle pensioni, l’ Ocse, nella parte relativa ai fondi pensione (private pension
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec