Google cambia policy e userà i dati Gmail per pubblicità mirate.

Scritto il alle 15:00 da Redazione Finanza.com

Da qualche tempo Google ci ha abituati a improvvisi cambi di policy, ossia della politica di gestione dei dati sensibili degli utenti. Già qualche anno fa, nel 2012, gli utenti lamentarono un cambio delle impostazioni sulla privacy, che consentiva alle aziende partner di Google di analizzare i dati della corrispondenza commerciale.
Nei giorni scorsi, l’azienda ha comunicato che ha provveduto a cambiare ulteriormente la sua policy: tutte le mail degli utenti, in entrata, in uscita e in bozze, verranno monitorate dal sistema. Per leggere i nuovi termini del servizio, si può visitare il sito ufficiale.

Stando a quanto riportato dall’azienda, la nuova impostazione s’è resa necessaria per creare un sistema più efficace di protezione contro i malware e gli hacker che, negli ultimi mesi, hanno creato non pochi problemi dalle parti di Mountain View. Bisogna precisare che ancora la nuova policy non è stata resa operativa e che, quindi, sono ancora valide le vecchie regole ma, stando a quanto si dice, entro maggio tutto dovrebbe essere pronto per cominciare il monitoraggio capillare delle corrispondenze e dei relativi file spediti e ricevuti. 

Ma quello della protezione è solo un aspetto del progetto di Google che, ovviamente, è mosso anche da importanti interessi commerciali; tutti sanno che l’azienda collabora con innumerevoli aziende e multinazionali di qualunque settore, pronte a pagare cifre astronomiche pur di poter usufruire della banca dati informativa di Google.
Attraverso il nuovo sistema di monitoraggio, infatti, Google spiega che verranno migliorati anche i risultati delle ricerche sul motore, in modo tale che siano sempre più pertinenti con gli interessi e le attitudini degli utenti.
Con la nuova impostazione dei termini sulla privacy, ovviamente, non mancheranno nemmeno le mail cosiddette di ‘spam’, ossia per la maggior parte indesiderate, inviate dai partner commerciali di BigG a utenti mirati, selezionati sulla base delle informazioni acquisite attraverso lo scambio di corrispondenza o attraverso le visite ai siti raggiunti grazie al motore di ricerca di Google.

Nonostante questa policy ancora non sia stata attivata, le critiche, anche copiose, nei confronti di Google si fanno già sentire; l’azienda sembra essere abituata a rimostranze piuttosto veementi contro le sue continue modifiche alle condizioni d’uso dei suoi servizi che, spesso, sono mirate per lo più a incrementare i guadagni di Google piuttosto che a fornire protezione agli utenti contro l’invasione dei virus e dei malware attraverso le mail o attraverso i siti che popolano i risultati di ricerca di Google.
Va comunque specificato che Google informa sempre tempestivamente i suoi utenti prima di effettuare qualsiasi modifica e che, chi decide di proseguire nella sua esperienza d’utilizzo dei servizi proposti da BigG, a seconda delle modifiche è anche chiamato ad accettare un nuovo contratto. Per l’invio delle email pubblicitarie mirate, comunque, gli utilizzatori di GMail sono sempre chiamati a dare il loro consenso affinché Google fornisca i dati ad aziende esterne, che li possono utilizzare per promuovere campagne mirate.

Negli ultimi tempi Google sta effettuando diverse modifiche alla sua struttura societaria, sta espandendo i suoi confini commerciali e sta cercando di esplorare nuovi orizzonti per implementare il suo potere e ingrandire il suo impero. Resta da vedere se, il continuo modificare delle condizioni sulla privacy degli utenti, a lungo andare non possa rappresentare un boomerang, causando l’allontanamento di massa degli utenti dai server di Mountain View.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
In una settimana dove ci siamo ritrovati con il Black Friday e il Thanksgiving Day, il vero prot
Dopo il Dieselgate un altro scandalo potrebbe investire il settore dell'auto. Ma questa volta dell'a
A Piazza Affari ieri ha brillato Telecom Italia con la sua miglior seduta dell'anno. Lo sprint r
Colgo l'occasione dell'articolo "BITCOIN: ma la quotazione del future al CME è una cosa positiv
Molti fondi, alla ricerca di rendimenti “sicuri” e superiori allo zero, stanno adottato una stra
Oggi faremo un quadro di lungo periodo sul futures Dax. Rispetto al precedente aggiornamento non
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: Apre in lieve ribasso il listino italiano dopo aver evidenziato ieri una seduta interloc
Come già detto negli ultimi giorni continuiamo ad ignorare i dati provenienti dall'economia ame
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us