RC auto: aumenti in arrivo per 1 milione di italiani!

Scritto il alle 10:26 da Redazione Finanza.com

Automobilisti maldestri o spericolati attenzione! Perchè la colpa nell’incidente vi costerà cara, più degli scorsi anni. Ebbene sì, per molti italiani l’anno nuovo si apre all’insegna dei rincari. Secondo le rilevazioni di Facile.it da gennaio saranno quasi 1.200.000 gli italiani che, avendo causato un incidente con colpa nel corso dello scorso anno, saranno costretti a fare i conti con l’aumento del premio.

Il sito, che ha analizzato oltre 500.000 preventivi effettuati negli ultimi 30 giorni, rispetto allo scorso anno ha stilato una classifica di chi ricorre più spesso all’intervento della compagnia assicurativa da Nord a Sud. Si conferma la prassi che vede il maggior numero di denunce in quelle regioni in cui i premi assicurativi sono più bassi: nel dettaglio, la Toscana perde lo scettro di regina dei sinistri denunciati (è stata in prima posizione per quattro anni di fila) e viene superata dall’Umbria, in cui la percentuale di automobilisti che ha dichiarato di aver causato un incidente nel 2013 arriva al 5,11%, in forte aumento rispetto allo scorso anno. La Toscana è seconda (4,85%), mentre la regione Lazio è terza (4,75%). Fanalino di coda il Molise (2,25%), seguito da Friuli Venezia Giulia (2,97%) e Basilicata (3,21%).

Interessante è notare le differenze anche a livello socio-demografico. Più maldestre o più oneste che siano, le donne denunciano sinistri con colpa in misura maggiore rispetto agli uomini. Dai dati di www.facile.it emerge come la percentuale di uomini che cambieranno classe di merito si fermi al 3,35%, mentre tra le donne questa salga fino al 4,34%.
Per quanto riguarda la categoria professionale dichiarata, invece, sono i liberi professionisti a chiedere più spesso l’intervento della compagnia assicuratrice e ad essere penalizzati con il cambio di classe di merito: tra di loro la percentuale sale addirittura al 5,42%. Li seguono a ruota i medici e gli infermieri, anch’essi con una percentuale superiore al 5%. I più prudenti invece sono (e sarebbe clamoroso il contrario) i vigili urbani e gli appartenenti alle forze armate.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
In una settimana dove ci siamo ritrovati con il Black Friday e il Thanksgiving Day, il vero prot
Dopo il Dieselgate un altro scandalo potrebbe investire il settore dell'auto. Ma questa volta dell'a
A Piazza Affari ieri ha brillato Telecom Italia con la sua miglior seduta dell'anno. Lo sprint r
Colgo l'occasione dell'articolo "BITCOIN: ma la quotazione del future al CME è una cosa positiv
Molti fondi, alla ricerca di rendimenti “sicuri” e superiori allo zero, stanno adottato una stra
Oggi faremo un quadro di lungo periodo sul futures Dax. Rispetto al precedente aggiornamento non
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: Apre in lieve ribasso il listino italiano dopo aver evidenziato ieri una seduta interloc
Come già detto negli ultimi giorni continuiamo ad ignorare i dati provenienti dall'economia ame
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us