Hewson: Eurozona, poco cambia dopo le elezioni politiche tedesche

Scritto il alle 11:00 da Redazione Finanza.com

Il mondo non è cambiato molto dopo le elezioni tedesche. La speranza, per i Paesi del Sud Europa impegnati nel doloroso risanamento dei conti pubblici, era di avere una Merkel con mani più libere per prendere decisioni poco apprezzate dall’elettorato tedesco, come l’avanzamento dell’Unione bancaria. Tuttavia la crescita del partito Afd che si oppone apertamente alla moneta unica, crea non pochi problemi alla Cancelliera. “Pur non essendo entrato in Parlamento – spiega Michael Hewson, Senior market analyst di CMC Markets –  l’Afd ha raccolto il 4,8 per cento dei voti. Non poco per una formazione politica nata solo ad aprile. L’unico piccolo miglioramento che ci si potrà attendere è legato alla quasi certa alleanza di governo con l’Spd, storicamente più favorevole all’Unione bancaria”.

Peraltro l’opposizione al processo di unificazione bancaria non è legato solo alle frange più antieuropeiste: “Le Landesbank, per esempio, non hanno molta voglia di perdere la loro indipendenza e di garantire maggiore trasparenza sul loro libro prestiti”. Eppure la soluzione per il rebus Eurozona sarebbe proprio quella di procedere spediti verso una maggiore unità. L’esempio è dato dal Regno Unito: “Nel Regno Unito ci sono forti squilibri tra l’area di Londra e del Sud Est e le altre Regioni. Tuttavia il sistema funziona proprio grazie al fatto di avere un’unica moneta e un unico Tesoro con un sistema di trasferimenti che permette l’appianamento degli squilibri”.

Una cosa che appare difficile da ottenere tra i membri dell’Eurozona. La Germania non vuole rischiare di farsi carico del debito degli altri Paesi meno virtuosi. E non si può fargliene una colpa: “L’Italia sarebbe disposta a rinunciare alla sua discrezionalità sulla spesa pubblica e a riformare il mercato del lavoro e ancora ad adeguare l’età pensionistica?”. La risposta alla domanda retorica di Hewson è no, almeno non al momento e non a giudicare dal comportamento dei politici italiani che “invece di procedere sulla strada delle riforme come promesso sono occupati a litigare sui problemi legali di Silvio Berlusconi, tagliano le tasse sull’immobiliare e rischiano ora di dover alzare l’Iva. Ed è noto l’effetto deleterio che ha sui consumi un rialzo dell’Iva”. E’ comprensibile come si possa essere restii a voler intraprendere un viaggio insieme a simili compagni e come ciò porti a un aumento della distanza tra virtuosi e non. In un simile contesto il rischio concreto paventato da Hewson è che si arrivi, alla fine, al break-out della zona euro o ad avere una moneta a due velocità: “I Paesi periferici avrebbero sicuramente dei benefici dalla creazione di una doppia moneta ma sarebbe un processo doloroso che richiederebbe per forza di cose una ristrutturazione del debito. Tuttavia – conclude Hewson – al momento non esistono soluzioni non dolorose al rebus dell’area euro”.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , , ,   |
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network di Finanza.com
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati:
Analisi Tecnica Arriviamo al terget del trading range provando a testare anche la resistenza posta
Iscrivetevi al Gruppo Main World su Facebook, per tenere d'occhio Virginio nella sua impresa
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Stoxx Giornaliero Buongiorno, prosegue la fase ribassista del ciclo mensile inverso che è ar
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us